Home iniziative ed eventi XXXV Stagione Musicale 2018-2019

| VEDI ARCHIVIO EVENTI |

XXXV Stagione Musicale 2018-2019

XXXV Stagione  Musicale 2018-2019

Patrocinio Regione del Veneto, Provincia di Padova, Città di Padova

In collaborazione con Reteventi

Sabato 1 settembre ore 21.00 -  Ridotto del Teatro Sociale di Rovigo

Così fan tutte di W.A. Mozart con gli Aristi della IX masterclass internazionale di canto lirico scenico espressivo
Docenti: Pablo Maritano regista - M° Fernando Cordeiro Opa

Domenica 16 settembre ore 18.00 Soirèe francese - Prospettiva Debussy
Interpreti: Tatiana Aguiar, soprano, e il pianista Alberto Boischio.
È tutta francese l’ispirazione della soirée in programma, con arie e sonate da Gounod, Debussy, Bizet, Massenet, Ravel. Un concerto per un omaggio al grande compositore francese Calude Debussy, nel  centenario della morte. Claude-Achille Debussy è stato un pianista e compositore, considerato e celebrato in patria e nel mondo come uno dei più importanti musicisti francesi, nonché uno dei massimi protagonisti del simbolismo musicale.
Fu una figura geniale di innovatore, profondamente anticonvenzionale, che rivoluzionò l’armonia, il ritmo, la sonorità e la forma della musica occidentale della seconda metà dell’Ottocento.

Sabato 29 settembre  - Palazzo Zacco Armeni
326 volte Rigoletto ... Paolo Gavanelli  in concerto
Il Circolo della Lirica di Padova ha l'onore di ospitare il baritono veneto Paolo Gavanelli che si è affermato, nella sua oramai trentennale carriera, in tutti i maggiori teatri lirici del mondo come uno dei massimi interpreti verdiani della sua generazione.
Apprezzato per l’intensa vocalità di baritono drammatico e per le considerevoli doti sceniche, Gavanelli ha al suo attivo un’ampia galleria di ruoli soprattutto nelle opere del grande repertorio italiano.
Dai ruoli brillanti degli esordi, passa al repertorio belcantistico e successivamente si specializza nei principali ruoli di baritono drammatico interpretando, con particolare successo, i grandi personaggi quali Rigoletto (già a quota 326), Nabucco, Simon Boccanegra, Macbeth, Falstaff, I due Foscari.
La sua vocalità gli consente anche di spaziare nel repertorio verista, in Andrea Chenier e Tosca.
Con l’avvento della maturità, ha affrontato anche il repertorio “buffo” con L’Elisir d’Amore di Donizetti e ancora Don Pasquale.
All’evento lirico partecipa il giovane mezzosoprano Alessandra Masini, vincitrice di uno dei premi assegnati ai migliori allievi dell’Accademia Lirica del Circolo della Lirica 2018 (Palazzo Zacco) e della XI Masterclass internazionale (Teatro Sociale di Rovigo 2018)
Maestro accompagnatore Roberto Rossetto.

Domenica 14 ottobre  h. 16.30  a Palazzo Zacco
La Famiglia Garcia - La musica ai tempi di Maria Malibran Garcia
Concerto per ricordare ed esaltare il mito del celebre soprano e mezzosoprano spagnolo, la cui breve vita si è indissolubilmente legata alle composizioni di Gioachino Rossini. Interpreti: Anna Chierichetti, soprano, e il tenore  Riccardo Botta. Maria Felicidad Garcia: il nome ufficiale è questo, ma per la storia e soprattutto per gli amanti dell'opera lirica è nota semplicemente come Maria Malibran. Il 1° luglio del 1835 si svolgeva presso il Covent Garden di Londra la serata di addio, a soli ventisette anni, della cantante iberica, un abbandono piuttosto precoce ma non inconsueto in quei tempi. Ma un destino tragico era alle porte: Maria Malibran morirà proprio l'anno successivo, dopo aver cantato per l'ultima volta a Manchester, secondo l'opinione diffusa per la precedente caduta da cavallo di cui era stata protagonista. La sua vita fu breve ma davvero intensa e in poco tempo Maria riuscì a furoreggiare nei principali personaggi rossiniani, come ad esempio nell'Otello del pesarese, senza dimenticare il già citato Fidelio e alcune opere di Mozart. Forse in pochi sanno che la sua voce originaria era quella di un contralto.
La Malibran studiò duramente per arricchirla dei registri di mezzosoprano e poi di soprano, giungendo fino alle note sopracute tipiche del soprano leggero, nonostante qualche asprezza in alcuni casi. Tra le sue doti i numerosi fan le riconoscevano soprattutto la potenza espressiva, la naturalezza e la grazia.
Domenica 11 novembre h. 16.00  a  Palazzo Zacco
Concerto - "Tango e poesia" Un ballo, una musica, una poesia, una passione…Viaggio nei patios di Buenos Aires Tango e Poesia è l’appuntamento speciale messo in scena dal Circolo della Lirica con interpreti di eccezione: il soprano Elena Bertuzzi, Giannantonio Mutto al pianoforte, il Bandoneon di Luca Degani e la voce di poeti che, nel primo Novecento, hanno composto testi indimenticabili per questa musica che suscita grandi emozioni. Quando si parla di tango argentino si pensa subito al sensuale ballo di coppia, ma il tango è musica, poesia, canto e danza. E’ l’insieme di questi elementi a renderlo speciale. Nasce in Argentina intorno al 1880 e si diffonde inizialmente come ballo degli argentini poveri, ma il Tango diventa subito un abbraccio intimo, intenso e profondo per conquistare il cuore tra le parole di una Poesia: è passione, moda, distrazione... un’illusione.
Un connubio dunque tra forme artistiche diverse ed energeticamente potenti! I testi delle canzoni diventano storie liriche che raccontano le frustrazioni del cuore, la nostalgia, la tristezza, il rimpianto; diventano rappresentazione dei sentimenti umani. È stato definito da Enrique Santos Discepolo come “un pensiero triste che si balla”; un ballo basato sull’improvvisazione, caratterizzato da eleganza e passionalità. Lo strumento principe del tango è il Bandoneon, forse inventato o forse popolarizzato dal musicista tedesco Henrich Band, una sorta di fisarmonica dal suono limpido e di grande estensione. Il tango ci insegna come nell’arte nulla sia fermo e statico: la sensualità è movimento, è fervore...il fervore di uscire dagli schemi per raccontare di persone, di amori, di lotte, di infelicità, di esaltazione e di morte...il tango racconta la vita!!!
Sabato 1 dicembre - Villa Italia, via S. Marco Padova
Premio alla carriera al tenore Franco Armiliato - Concerto e incontro in occasione della tradizionale Festa degli Auguri
Il Circolo della lirica di Padova ha il grande onore di ospitare il celebre tenore Franco Armiliato, probabilmente uno dei migliori del panorama lirico italiano.
Nel corso dell'evento sarò consegnato il premio alla carriera quale omaggio al successo mondiale all'artista che si è esibito in tutti i  più grandi teatri del mondo. Il grande pubblico lo conosce per il suo grande talento. E' stato per tanti anni il compagno dell’altrettanto famoso soprano Daniela Dessì.
Curiosità: ai cultori del cinema di Woody Allen non sarà di certo sfuggita  la divertente e bizzarra figura del tenore che canta sotto la doccia in una delle recenti pellicole del noto regista statunitense, “To Rome with love”. Giancarlo, nel film avvocato italiano, nonché consuocero di Allen è proprio Fabio Armiliato!

SABATO 15 dicembre ore 16.00 a Palazzo Zacco
Concerto di Natale  con il coro Voci Bianche Cesare Pollini.
Canto di Natale concerto-racconto Un emozionante concerto-racconto che accompagna l'attesa della festa più bella dell'anno!
… dalla favola di Dickens ai più celebri canti natalizi antichi e moderni di tutto il mondo con il Coro Voci Bianche Cesare Pollini
Ad ogni Natale la magia si rinnova e tutti cerchiamo di ritrovare gli affetti più cari, gli amici, il calore di una casa in festa, i doni, le fiabe, i canti.
La voce di Emiliano de Lello, attore, ci racconterà la commovente favola CANTO DI NATALE di C. Dickens; a fare da contrappunto canti antichi e moderni, armonie medievali e dissonanze contemporanee, carole e jingles che ci accompagneranno in un viaggio intorno al Natale nel mondo, con la dolcezza e il candore del Coro Voci Bianche Cesare Pollini.
Il mondo vorticoso che ci circonda si taccerà per un momento e, rapiti, ascolteremo l'avventura del cinico signor Scrooge, che attraverso lo spirito del Natale passato, presente e futuro viene condotto a fare i conti con la propria esistenza meschina.
Fatti arcani e misteriosi lo costringeranno a cambiare, superando rancori antichi e isolamento per e riscoprire gli affetti e l'amore della famiglia.
Direttore del coro Marina Malavasi - al pianoforte Alessandro Kirschner – voce recitante Emiliano De Lello

Sabato 19 gennaio 2019, ore 16.00 - Palazzo Zacco Armeni
Chi è Il giovane ma già celebre baritono ferrarese Giulio Alvise Caselli? Intervista-spettacolo lirico
Marco Bellussi introduce l’artista e lo conduce nel racconto biografico anche attraverso l’interpretazione delle arie dei più celebri personaggi dell’opera lirica che gli hanno tributato tanti consensi di critica e pubblico. Nato a Ferrara nel 1979, Giulio Alvise Caselli studia Violino al Conservatorio della sua città. Inizia lo studio del canto sotto la guida di sua madre, il soprano M. G. Munari e prosegue alla Hochschule für Musik und Theater (Monaco di Baviera) e successivamente con autorevoli docenti, aggiudicandosi importanti riconoscimenti. Dal 2006 è solista all’Opera di Dortmund, poi al Landestheater di Linz e da 2011 al Teatro dell'Opera di Augusta. I suoi numerosi impegni lo hanno portato a esibirsi nei più famosi teatri del mondo e partecipare a numerosi Festival di Musica, tra cui nel Don Giovanni alla Biennale di Venezia, che è stato trasmesso su RAI3 televisione italiana. Giulio Alvise Caselli svolge una vivace attività concertistica ed è docente di Canto presso la facoltà di Pedagogia Musicale dell'Università di Augusta. Al pianoforte M° Alberto Boischio

Domenica 17 febbraio 2019, ore 16.00 - Palazzo Zacco Armeni
Scherzo musicale - Le Divine Comicanto cercano Impresario - Audizioni, selezioni e parapiglia per due soprani, pianista e burattini
Buffa pièce lirico-teatrale che il Circolo della Lirica mette in scena per un salotto di Carnevale
Può una seriosa audizione trasformarsi in un evento comico? Certamente!
A patto che l'impresario sia Pantalone in persona e che a coadiuvarlo, o più realisticamente a confonderlo e intralciarlo, siano Arlecchino, Brighella e una impertinente Colombina animata da velleità di cantante. Basta che le Divine, cantanti fortemente determinate ad ottenere il ruolo, giochino bene tutte le loro carte, compresa quella dell'ammiccante sensualità dei goffi tentativi di seduzione che scivolano inesorabilmente nel grottesco.
A patto che l'impresario sia Pantalone in persona e che a coadiuvarlo, o più realisticamente a confonderlo e intralciarlo, siano Arlecchino, Brighella e una impertinente Colombina animata da velleità di cantante.....
In scena un quartetto di artisti esuberanti e versatili che mettono insieme il loro talento e le loro professionalità di diversa formazione e provenienza, in uno spettacolo che ha come ingredienti i colori, le caratteristiche e il brio di ciascuno di essi, per esaltare il carattere di selezioni musicali particolarmente brillanti: insomma una baraonda, un originale parapiglia artistico, una ricetta di sicuro divertimento!
Musiche tratte da opere e operette di Léhar, Arditi, F.lli Ricci, Rossini, Wolf Ferrari, Offenbach, Strauss.
Cast: Elisabetta Battaglia, soprano; Annalisa Massarotto, soprano; Elvira Cadorin, pianoforte (e soprano alla bisogna), Paolo Papparotto, burattinaio.
Domenica 10  Marzo 2019, ore 16.30 - Palazzo Zacco Armeni
VII Ciclo Donne all’Opera -Spettacolo lirico Il talento si fa donna
Le donne nell’opera dimostrano grande personalità, astuzia, furbizia, passione, amore, abbandono, gelosia, riscatto, ribellione alle ingiustizie. Donne che precorrono i tempi moderni diventate icone, punti di riferimento, simboli e archetipi.
Ecco così sul palco Fiordiligi, Susanna, Rosina, e poi Carmen, Tosca, Lady Macbeth, Aida, Violetta, Mimì interpretate da giovani artiste che daranno anima e voce a questo eroine che tutti amiamo.
Le splendide arie interpretate dalle tre prime donne, Melissa Purnell, Angela A. Notarnicola, Alina Tabolina, saranno collegate da un singolare e irriverente fil rouge sapientemente intrecciato dalle due padrone di casa Simonetta Flauto Valveri e Loredana Masiero.
Si tratta di un'ottica inedita, un modo non convenzionale, una lente garbatamente deformante attraverso la quale guardare gli abbandoni lirici delle eroine operistiche. Per completare il cast troveremo al pianoforte la deliziosa Stefania Zanesco.
Solo donne dunque per poter esclamare: Donne..all'opera!!! Ideazione scenica di Marco Bellussi.
Special guest Ilaria Ribezzi, mezzosoprano

Domenica 07 Aprile 2019 ore 16.30 - Palazzo Zacco Armeni
Gran galà lirico con gli allievi dell’Atelier del M° Ferdinando Cordeiro Opa
Arie, romanze e duetti di celebri personaggi dell’opera lirica, saranno interpretati dagli artisti che trasporteranno lo spettatore nelle atmosfere operistiche dei grandi compositori, da Mozart, a Rossini, da Verdi, Puccini…
Protagonisti del pomeriggio musicale sono i giovani cantanti lirici, alcuni in carriera, provenienti da ogni parte del mondo, allievi dei corsi di formazione dell’Accademia lirica di Padova e del prestigioso team di docenti che ne cura la formazione vocale e scenica.
Ogni anno i concerti conclusivi dei corsi si svolgono nei Teatri del Veneto o in prestigiose location di valore storico artistico, quali Ca’ Sagredo (Ve), Palazzo Cornoldi (Ve), Palazzo Albrizzi (Ve), Palazzo Bauer (Ve), Ridotto del Teatro Sociale di Rovigo e Palazzo Zacco Armeni (Pd), ecc., alla presenza di un entusiasta pubblico di appassionati.
L’Accademia Lirica di Padova, nata nel 2011 è promossa dal Circolo della Lirica di Padova, con la presidenza della dott.ssa Nicoletta Scalzotto, e dall’Associazione Artes, con la direzione artistica del M° Nicola Simoni.
Giovedì 9 Maggio 2019, ore 19.00 - presso Villa Italia
La grande lirica Galà lirico con il tenore Carlos Natale e il soprano Melissa Purnel
Le più celebri arie, romanze, duetti da Mozart a Rossini e la piccola lirica dell’Operetta
Lo spettacolo vede in scena il tenore Carlos Natale e il soprano canadese Melissa Purnell che interpreteranno le più celebri arie, romanze, duetti da Massenet a Donizetti e dalla piccola lirica. Carlo Natale, di nazionalità italo-argentina, affermato artista internazionale, dopo il suo debutto nel 2000 al Teatro Colòn di Buenos Aires è vincitore di rinomati premi, viene invitato regolarmente a rivestire ruoli solistici in numerose opere. La sua versatilità vocale gli ha permesso di affrontare un repertorio molto vasto, dal barocco alla musica contemporanea, nei principali teatri europei sotto la direzione di prestigiosi direttori e registi.
Melissa Purnell, brillante soprano canadese, nasce a Calgary, Canada, dove si diploma in musica, in canto lirico alla Vancouver Academy of Music e studia con il Maestro David Meek. Nel 2016, si trasferisce in Italia e frequenta l'Accademia di Alta Formazione Musicale di Verona. Vincitrice di vari premi debutta i primi ruoli da protagonista in Canada e in Italia. Partecipa alla Masterclass 2016, al Campus Musica Acri e alle Masterclass dell’Accademia Lirica Internazionale di Padova Si esibisce come Alice nel Falstaffdi Verdi con l’Accademia Lirica Internazionale di Padova sotto la direzione di S. Stefano Vizioli nel 2018.
Attualmente studia e si perfeziona con il M° Fernando Cordeiro Opa

Domenica 09 Giugno 2019 ore 18.00
Spettacolo Lirico-teatrale Prime donne
con Francesca Bruni soprano e Rachele Raggiotti, mezzosoprano
Una luminosità scintillante, perché due primedonne poste a diretto confronto fanno faville... ma anche scintille.
Un pizzico di piccante e appuntita rivalità che vola sulle ali di scale, gorgheggi e pirotecnici virtuosismi è l'ingrediente segreto dell'evento proposto dal Circolo della Lirica di Padova quale spumeggiante conclusione della stagione 2018/2019.
Quando due stelle di prima grandezza si incontrano sullo stesso palco la luminosità della serata è garantita.
Una luminosità scintillante, perché due primedonne poste a diretto confronto fanno faville... ma anche scintille. Un pizzico di piccante e appuntita rivalità che vola sulle ali di scale, gorgheggi e pirotecnici virtuosismi è l'ingrediente segreto dell'evento proposto dal Circolo della Lirica di Padova quale spumeggiante conclusione della stagione 2018/2019.
Le protagoniste del concerto saranno il soprano Francesca Bruni e il mezzosoprano Rachele Raggiotti, garbatamente introdotte dalla attrice Simonetta Flauto Valveri, accompagnate al pianoforte da Stefania Zanesco e coordinate dalla regia di Marco Bellussi.
Si tratta di un gradito ritorno. Entrambe le virtuose sono state infatti protagoniste di eclatanti successi nelle precedenti stagioni del circolo patavino.
L'appuntamento con il fascino delle Primedonne è dunque per domenica 9 giugno in Prato della Valle nell’elegante salone di Palazzo Zacco Armeni

X e XI edizione Masterclass internazionale per cantanti, registi e pianisti accompagnatori – Spettacolo finale in forma semiscenica
Luglio a Rovigo Teatro Sociale - Agosto  a Palazzo Zacco Armeni

Le donne nell’opera dimostrano grande personalità, astuzia, furbizia, passione, amore, abbandono, gelosia, riscatto, ribellione alle ingiustizie. Donne che precorrono i tempi moderni diventate icone, punti di riferimento, simboli e archetipi.

Ecco così sul palco Fiordiligi, Susanna, Rosina, e poi Carmen, Tosca, Lady Macbeth, Aida, Violetta, Mimì interpretate da giovani artiste che daranno anima e voce a questo eroine che tutti amiamo. Le splendide arie interpretate dalle tre prime donne, Melissa Purnell, Angela A. Notarnicola, Alina Tabolina, saranno collegate da un singolare e irriverente fil rouge sapientemente intrecciato dalle due padrone di casa Simonetta Flauto Valveri e Loredana Masiero. Si tratta di un'ottica inedita, un modo non convenzionale, una lente garbatamente deformante attraverso la quale guardare gli abbandoni lirici delle eroine operistiche. Per completare il cast troveremo al pianoforte la deliziosa Stefania Zanesco. Solo donne dunque per poter esclamare: Donne..all'opera!!! Ideazione scenica di Marco Bellussi.

 
Data Titolo Luogo Città Tipo
Al momento non ci sono eventi disponibili

chi è on line

 88 visitatori online

Cerca


www.yoursite.com
Circolo della lirica