Artisti al Teatro Verdi

Biografie di artisti

 

Prossime iniziative

Iniziate ed eventi

 

Sostieni la lirica

Sostieni la Lirica

Home
Premio alla carriera al contralto SARA MINGARD

Concerto  lirico e incontro conviviale a Villa Italia (PD), Lunedì 18 aprile h. 18.30

Il Circolo della Lirica rende un tributo all’arte della celebre cantante  veneziana  Sara Mingardo, rarissima voce di autentico contralto della scena musicale odierna, con il conferimento del Premio alla carriera 2016.
Ha vinto prestigiosi premi tra cui spiccano il Gramophone Award, il Grammy Award per il miglior disco Opera lirica e il Grammy Award  (equivalente dei premi Oscar per il cinema) per il miglior album di musica classica, nel 2002 e l’ambitissimo Premio Abbiati 2009.
Il suo timbro e la sua voce sono riconosciute come fra le più importanti del firmamento.
L’aperitivo nel parco della Villa precederà il concerto dell’artista, e l’assegnazione del premio. Al clavicembalo  il M° Giorgio Dal Monte. La cena conviviale concluderà l’evento.
Info e prenotazioni al numero 349 802 6146
 
Venerdi 18 marzo - La musica italiana d’anteguerra: le canzoni di Bixio e Cherubini
Violino tzigano, Mamma, Tango delle capinere e Vola colomba sono canzoni evergreen entrate nella storia della musica leggera italiana e interpretate, ancora oggi, a ogni latitudine del mondo. Tutte portano la firma della coppia di riferimento della musica leggera italiana d’anteguerra  Cesare Andrea Bixio e Bixio Cherubini (Leonessa 1899 – Milano 1987).
Il musicologo prof.  Paolo Padoan, con filmati e ascolto di pezzi celebri, Venerdì 18 marzo, ore 17.30 ripercorrerà la storia degli autori di quei brani musicali,  tratteggiando lo spessore artistico dei due compositori  e mettendo in luce  l’apporto che hanno dato, sotto diversi profili, alla cultura e alla musica italiana.
Patrocinio Regione del Veneto – Provincia di Padova – Città di Padova. Reteventi di Padova
Palazzo Zacco Armeni – Prato della Valle, 82 Padova
Ingresso libero con prenotazione ai numeri 3498026146 – 335 6303408
Leggi tutto...
 
Domenica 13 marzo ore 17.00. CantaDiva - Gioco scenico dedicato alla celebrazione della femminilità

Un brillante appuntamento a Palazzo  Zacco Armeni è  in programma per domenica 13 marzo alle ore 17:00.

Cantadiva è una brillante  pièce lirica dedicata alla donna. I diversi e spesso articolati aspetti del carattere femminile vengono analizzati e scandagliati in questo gioioso intrattenimento teatrale, attraverso un insolito excursus tra le pagine liriche dedicate alle eroine del teatro musicale. Ne risulta un efficace ritratto al femminile che fa perno su accenti talora ironici, talora sinceramente appassionati. La pièce è affidata a tre voci regine del bel canto che, con diverse sfumature, sanno descrivere in modo insolito e quindi stupefacente la propria “ricetta di donna”. Gli interpreti sono il soprano Tatiana Agujar, il mezzosoprano Veronica Filippie il controtenore Matteo Gobbo Trioli, accompagnati al pianoforte da Stefania Zanesco. La voce recitante, affidata a Simonetta Flaùto, fungerà da filo conduttore. I brani musicali spaziano dal grande repertorio mozartiano e rossiniano  ai capolavori tardo romantici per arrivare a celebri canzoni di primo ‘900 quali “I'll fall in love again” e “Ti parlerò d’amor”.  Testi e regia di Marco Bellussi. Patrocino Regione del Veneto, Provincia di Padova, Città di Padova - Macrocartellone Reteventi  - Palazzo Zacco Armeni -Circolo Uffic iali – Prato della Valle, 82 - Padova

 
Due tenori a confronto, Giovanni Martinelli e Aureliano Pertile, a 130 dalla nascita

 
17 febbraio 2016 Giovanni Paisiello “o’tarentino” al Circolo della Lirica di Padova
In occasione dei duecento anni dalla morte del compositore Giovanni Paisiello, il giornalista e critico musicale Athos Tromboni, mercoledì 17 febbraio h.17.30, ripercorre le vicende dell’originale e poliedrico compositore, “o’tarentino”, con proiezioni  e ascolto di interpreti di ieri e di oggi. Precursore autentico di Gioacchino Rossini, al punto tale da stregare con le sue opere Napoleone Bonaparte che gli commissionò la musica della sua incoronazione, Paisiello è stato uno tra i più noti operisti del XVIII secolo.
Personaggio originale, grande di statura e avvenente, con una fisionomia dolce come la sua musica, elegante nel vestire e piuttosto vanitoso, pare trascorresse almeno due ore al giorno nella sua toilette per farsi radere e acconciare la testa. Uomo straordinario e sommo, nei suoi occhi vivi e scintillanti e sulla sua fronte maestosa si leggeva l’ispirazione divina da cui era animato. L’elevatezza della sua mente e l’espressione del cuore scriveva negli “Onori funebri renduti alla memoria di Giovanni Paisiello” (1816)  Cavalier Luigi Cassitto erano palpabili”.
Paisiello si è cimentato in tutti i generi musicali del suo tempo e abbondano di melodie, la cui bellezza leggiadra è tuttora caldamente apprezzata. Forse la più conosciuta tra le arie è "Nel cor più non mi sento" dalla Molinara, immortalata anche nelle variazioni di Beethoven e interpretata da alcune delle più grandi voci della storia, sia maschili (Pavarotti compreso) che femminili.
La sua importanza storica è legata alla produzione operistica - un centinaio di opere serie e buffe: Il barbiere di Siviglia, Nina, o sia La pazza per La molinara, Il matrimonio inaspettato, Inno al Re, Inno al Re, Le virtuose ridicole...-contraddistinte dalla vena dell'ironia e del patetico: l'una era capace di compiaciuta corrosività popolaresca, mirante specialmente allo spasso, e anche di arguzia sottilmente aristocratica; l'altra di interpretazioni squisite e toccanti.
Nitida è nei suoi lavori migliori la caratterizzazione dei personaggi e quindi la vita drammatica.(www.treccani.it).
Patrocinio Regione del Veneto, Provincia di Padova e Città di Padova. Cartellone Reteventi
Palazzo Zacco Armeni – Prato della Valle, 82 Padova
Ingresso libero – Prenotazione obbligatoria ai numeri 3498026146 – 335 6303408 www.circolodellalirica.it


 
Ciclo di conferenze per " Conoscere l'opera lirica"

 
Orfeo a Palazzo Zacco Armeni domenica 7 febbraio 2016 ore 16.00
L'Orfeo e i suoi derivati - Manipolazione del mito da Monteverdi a Vinicius de Moraes è il tema della conferenza che Athos Tromboni, presidente nazionale Uncalm, terrà a Palazzo Zacco Armeni, in Prato della Valle 82.
L'iniziativa è organizzata dal Circolo della Lirica di Padova in collaborazione con il Circolo Unificato dell'Esercito Italiano, e rientra nel programma divulgativo dell'opera lirica e della musica realizzato dalla Presidenza Nazionale Uncalm.
In particolare Tromboni, giornalista e critico musicale, parlerà del mito di Orfeo non solo per l'opera lirica (da Peri e Caccini, a Monteverdi, a Gluck), ma anche per altre discipline come la danza (Stravinskij), la classica (Orpheus, ​il ​poema sinfonico di Liszt), il pop (dall'opera rock di Tito Schipa Jr. alle ballate di David Sylvian)), il cinema (
Orfeo Negro di Marcel Camus con musiche di Bonfà e Jobim, ispirato al dramma teatrale di Vinicus de Moraes), e la poesia a cavallo tra Otto​cento​ e Novecento, da Rilke a Dino Campana.
 
Conferenza concerto 30 gennaio 2016
Sabato 30 gennaio il Circolo della lirica di Padova ha ospitato il maestro Dario Favretti, responsabile delle stagioni liriche del Teatro Comunale di Ferrara che ha proposto una interessante conferenza/concerto interamente dedicata alla storia del teatro ferrarese, oggi dedicato al maestro Claudio Abbado.
Il direttore artistico dell’Associazione, Marco Bellussi, prima di cedere la parola al relatore, ha spiegato lo spirito di questa iniziativa: approfondire la conoscenza sui teatri storici italiani che sono così profondamente legati al nostro vissuto, alle nostre tradizioni e, spesso, anche a rilevanti eventi storico-politici della nostra nazione.
Effettivamente il garbato e affascinante percorso seguito dal maestro Favretti, ha testimoniato proprio come il Teatro di Ferrara abbia vissuto in piena sinergia con la città, seguendone passo passo i mutamenti economico-sociali e ricoprendo all'interno della vita culturale cittadina un costante punto di riferimento. Seguendo dunque una traiettoria informata a criteri cronologici, la sapiente narrazione di Dario Favretti ha condotto gli ascoltatori attraverso molteplici ed interessanti informazioni condite da altrettanti aneddoti riguardanti le prime di Rossini, le visite di Giuseppe Verdi, l'avvicendarsi di direzioni artistiche spesso prestigiose ...per giungere al fondamentale contributo lasciato in anni recenti da Claudio Abbado.
Il percorso narrativo si è poi arricchito di interventi musicali a cura del pianista Alberto Boischio e del soprano Tatiana Aguiar. Ogni inserto musicale ha trovato giusta collocazione all'interno della relazione del relatore. Le arie prescelte e gli intermezzi musicali sono state infatti collegati tematicamente alla Stagione lirica 2016 del Teatro Comunale di Ferrara e hanno quindi spaziato dall'oratorio vivaldiano Juditha Triumphans al Don Giovanni mozartiano, al Tristano e Isotta di Wagner.
Una speciale menzione va dedicata alla notevole ampiezza di repertorio della signora Anguiar la quale ha sfoggiato una vocalità solida e capace di spaziare in ambiti di repertorio tanto diversi. Il numeroso pubblico del Circolo della lirica ha tributato un sincero e convinto plauso a tutti gli artefici di un pomeriggio culturale risultato particolarmente godibile.
 
30 gennaio conferenza-concerto

 
In ricordo di Natale Nalon (Mimi)

Durante il periodo natalizio una mesta notizia ci ha raggiunto e rattristato. E’ mancato improvvisamente Natale Nalon, per tutti noi il caro Mimi, che è stato per oltre un ventennio  socio della nostra Associazione, componente del Direttivo e tesoriere affidabile e capace. Un malore improvviso l’ha sottratto alla sua adorata Wilma, ai suoi figli e nipoti, ai suoi tanti amici e anche al Circolo della Lirica che l’annoverava, con la moglie, tra i soci più cari. I "vecchi soci" ricorderanno Mimi come una presenza immancabile al Circolo Ufficiali, a ogni manifestazione, evento o uscita; una forte personalità che con acume, passione e impegno, teneva tutto “sotto controllo”. Mimi non amava le mezze misure e l'ipocrisia, le mezze frasi e le piaggerie verbali, era un uomo dal viso amichevole e accogliente, dalla risata schietta e la battuta pronta, ma franco e diretto;  ricordiamo come, con i suoi motti di spirito e le definizioni fulminanti,  riusciva a sottolineare … tutto ciò che non lo convinceva. Le parole sono poca cosa in momenti come questo, ma il cuore dei soci del Circolo della Lirica é con Wilma e con la sua famiglia.

Caro Mimi la tua impronta rimarrà indelebile per tutti noi che ti abbiamo conosciuto, stimato e amato. Ora, riposa in pace … ma non ti lasciamo andare senza rimpianto. Nicoletta Scalzotto

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 24

Contatti

COME ASSOCIARSI
Presidente
Nicoletta Scalzotto
335 6303408
Vicepresidente
Simonetta Flaùto
349 8026146
Direttore Artistico
Marco Bellussi

Facebook

MASTERCLASS 2018

cantanti lirici, registi
pianisti accompagnatori
Cosi fan tutte
di W. A. Mozart
Teatro Sociale di Rovigo
26 /08-1/09
iscriviti qui/apply
Iscrizioni/application
deadline 16 agosto
Bando It Masterclass
Bando En Masterclass

concerti PREMIO
borse di studio/
scholarship
ufficiostampa@circolodellalirica.it
+39 320 057 8485

Accademia di canto 2018

MARZO/GIUGNO 2018
docenti/teachers
A. Althoff
F. Cordeiro Opa
S. Vizioli
I Bandi:
Academy for singers
BANDO/application form EN
BANDO/scheda iscriz. IT
Info+39 3200578485
artes.padova@gmail.com

Brani lirici

Ascolta Brani lirici tratti dalla discoteca privata del Circolo della Lirica di Padova play

1 (102) vienna_18_20_12_1 (138) Image00034 Momenti conviviali, alcuni ospiti Premio alla carriera Sara Mingar Mingardo (41) Concerto20_1_2013_della peruta (45)-002 concerto_11_gennaio_2015 (12) Gran galà dell'Operetta (13) a_Don Giovanni 15_02_2015 (40) 1 (160) Rigoletto 4 settembre 2016 -Palazzo Zacco (Pd) (51)

chi è on line

 91 visitatori online

Cerca


www.yoursite.com
Circolo della lirica