Artisti al Teatro Verdi

Biografie di artisti

 

Prossime iniziative

Iniziate ed eventi

 

Sostieni la lirica

Sostieni la Lirica

Home
9 aprile 2017 Concerto a passo di danza!
Recensionedi L. Ripa
Esistono vari modi di intendere l'arte dell'intrattenimento musicale.
Sicuramente il Circolo della Lirica di Padova sta dimostrando un carattere ed uno stile ben delineati attraverso proposte sempre più ricche ed articolate che vanno nella direzione di una compenetrazione fra bel canto ed arte attoriale, fra tradizione e ricerca, fra grande repertorio ed ambiti meno frequentati.
L'evento del 9 aprile 2017 ha rappresentato l'emblema della nuova rotta percorsa dal Circolo della Lirica di Padova. In un pomeriggio di splendido sole primaverile, che poteva forse invogliare d una passeggiata all'aria aperta, il salone di palazzo Zacco Armeni si è completamente riempito di un pubblico attento e assai coinvolto dalla duplice proposta del programma: nel primo tempo un recital del baritono Segattini e del soprano Choi, entrambi giovani vincitori di audizione. Il circolo si ripropone infatti di offrire spazi ed opportunità ai talenti emergenti...e così è avvenuto evidenziando il bel colore del soprano coreano unito ad una insospettabile capacità espressiva, non frequente nei cantanti orientali. La signora Choi si è destreggiata con sicurezza in un repertorio insidioso e schiettamente belcantistico (Pescatori di perle, Capuleti e Montecchi e Il pipistrello). Il baritono Segattini, dal canto suo, ha esibito una voce ben posizionata in maschera,una dizione chiara e una buona musicalità. Forse ancora un po' acerbo sul fronte della espressività e del controllo della fisicità, ha tuttavia conquistato il pubblico interpretando Leporello, Taddeo e il Figaro mozartiano.
Nel secondo tempo la pièce musico-teatrale "Un foxtrot italiano"  ha letteralmente entusiasmato il pubblico. Si è trattato di un piccolo musical di circa 40 minuti scritto e diretto dal regista Marco Bellussi (anche direttore artistico del Circolo) e ottimamente interpretato da Veronica Filippi e da Matteo Gobbo Trioli.
Sostanzialmente un gioco teatrale ambientato negli anni '40 negli studi radiofonici dell'E.I.A.R.....splendide canzoni d'epoca sapientemente incastonate in un intreccio teatrale gustoso, ironico ed avvincente.
Molti applausi per tutti gli artisti che hanno dato l'impressione d'essersi divertiti  quanto il pubblico e assieme al pubblico
_____________________
Pièce musico-teatrale: Concerto… a passo di danza
Dalla romanza d’opera al  Fox-Trot italiano: voci di radio in scena!
Ci concediamo…. un fantasioso gioco teatrale, uno spiritoso intreccio a due voci che si sviluppa e si dipana al  ritmo di un foxtrot...un foxtrot tutto italiano!
E così prendono vita i caratteri di due divi della canzone ai tempi della radio, convenuti nelle prestigiose sale di Palazzo Zacco Armeni, appositamente convocati dai dirigenti dell'EIAR, per la firma di un nuovo succulento contratto con la radio nazionale!
Ecco svelarsi la vivida superbia delle celebrità, il sarcastico battibeccare per rivalità, il sincopato palpitare delle segrete ambizioni e al contempo scoprire come tutte queste dinamiche interiori combaciano perfettamente con i ritmi e le armonie delle più celebri canzoni degli anni '40.
La regia si è limitata ad ascoltare le canzoni, considerare le naturali propensioni dei due magnifici interpreti ... et voila'... il teatro ha preso forma!
Interpreti
Veronica Filippi, mezzosoprano; Matteo Gobbo Trioli,contraltista; Pietro Semenzato, pianoforte.
Regia e drammaturgia di Marco Bellussi
Con la partecipazione del soprano Yun Jung CHOI e del baritono veronese Andrea Segattini.
Patrocinio Regine del Veneto - Provincia di Padova - Città di Padova
Prenotazione obbligatoria con posto numerato al n. 3​49 802 6146

 
sabato 18 Marzo 2017 - Ricordo del baritono ANTONIO SALVADORI
Recensione - Conferenza/evento: In pienezza di cuore
Da L'OPERA International Magazine  - maggio 2017 – R. Mussi
Sabato 18 marzo scorso si è tenuto a Padova un incontro celebrativo del baritono Antonio Salvadori, scomparso nel 2006 a cinquantasette anni. Dopo un’introduzione del Prof. Paolo Padovan, che ne ha tracciato il profilo artistico, e l’ascolto di registrazioni e video del baritono veneziano, diversi colleghi lo hanno ricordato con molto affetto e ammirazione. Oltre a numerosi appassionati, erano presenti: i soprani Cecilia Gasdia, Barbara Frittoli, Patrizia Cigna e Mina Yamazaki, il baritono Fabio Previati, i tenori Vincenzo Bello, Maurizio Saltarin, Iorio Zennaro e Enrico Pertile, il basso Gilberto Zanellato, il mezzosoprano Susana Santiago Lozano, il Direttore d’orchestra M° Angelo Cavallaro, il M° collaboratore Stefano Gibellato, il M° rammentatore Pier Paolo Gastaldello e il violinista Roberto Zampieron (gli ultimi tre musicisti hanno lavorato al Teatro La Fenice di Venezia). Di Salvadori, autentico baritono verdiano, è stato ricordato il bellissimo timbro caldo e brunito della sua voce, il suo fraseggio elegante ed espressivo, le notevoli qualità interpretative, la duttilità, oltre al forte temperamento drammatico in scena. Inoltre, dal vivo e commosso ricordo dei colleghi presenti, è emerso quanto Antonio Salvadori fosse amato anche per la sua grande umanità e simpatia. Nell’occasione, sono state lette alcune delle testimonianze rese da un centinaio di cantanti, registi, musicisti, dirigenti teatrali, critici musicali e ammiratori, raccolte in una pubblicazione che rende omaggio all’artista e all’uomo e che si intitola “In pienezza di cuore. Ricordo del baritono Antonio Salvadori” (da un verso del poeta russo Osip Mandel’stam). L’incontro, a cui ha partecipato la famiglia Salvadori, è stato voluto e organizzato da Angela Rigoli e Nicoletta Bidoia, in collaborazione con il Circolo della Lirica e il Circolo Unificato dell’Esercito di Padova a Palazzo Zacco.
--------------------
Cronaca di N. Scalzotto - L. Ripa
Mussi, nel suo articolo, fa il resoconto dell'evento celebrativo  realizzato dalla nostra Associazione in ricordo del baritono veneziano. Un parterre prestigioso ha affollato il salone: numerosi artisti del mondo dell’Opera ci hanno onorato con la loro presenza, raccogliendo l’invito degli organizzatori, e hanno testimoniato, con affetto e commozione, il valore di Salvadori, uomo e artista. L’introduzione e la conduzione del prof. Paolo Padoan hanno, infatti, delineato il ritratto di uno straordinario Salvadori! Difficile riassumere in poche righe quanto introdotto dal relatore, e ascoltato in quasi due ore di musica, su questo magnifico cantante che ha lasciato un segno indelebile nella storia dell’interpretazione vocale. Il “timbro pieno, caldo e brunito”, come ricordano le note di sala, dotato di rara potenza e chiarezza nella dizione, una presenza scenica straordinaria...". Arie e romanze impresse nella storia del melodramma hanno permeato di note e immagini la sala suscitando, ancor una volta, vivide emozioni tra i presenti. Ricordiamo un vibrante “Nemico della Patria” (Andrea Chenier), un Urna fatal da La forza del destino, oltre a Macbeth e Rigoletto. Difficile non restare soggiogati dalla personalità e dal carattere di questo cantante che ha lavorato con il gotha della direzione d’orchestra (Muti, Kleiber, Sinopoli, Maazel, Chailly per ricordarne solo alcuni) e della regia (Strehler, Pizzi, Ronconi, Zeffirelli ecc); che ha cantato nei teatri più importanti del mondo, da La Scala di Milano, a Tokyo, da Parigi a New York… con al suo attivo un repertorio dei più vasti, con più di cinquantacinque ruoli protagonisti, con particolare predilezione da opere veriste. Alla fine degli ascolti, tanti gli interventi degli artisti presenti che hanno testimoniato della stima di cui godeva Salvadori tra i colleghi e dell’affetto personale di tutti, anche per l’umanità rara e contagiosa che lo contraddistingueva. Nella chiusa finale, il prof. Padoan ha ricordato come Salvadori si sia affermato in un periodo non certo parco di voci baritonali di rilievo, quali Bruson, Nucci, Zancanaro, Gobbi, Fiskau, solo per citarne alcuni, e questo aggiunge onore a quanto già detto su questo indimenticato artista. Un omaggio floreale è stato consegnato alla sig.ra Salvadori, intervenuta con il figlio Vittorio e la nipotina. Madre e figlio hanno pronunciato parole toccanti sul marito e sul padre: un intimo ricordo, regalato ai presenti, di un uomo sensibile e pieno d'amore. Commozione inevitabile e lacrime, non solo simboliche, per chi che ci ha lasciato troppo presto.
______________________________
Presentazione /Invito - A poco più di dieci anni dalla scomparsa, il Circolo della Lirica di Padova ricorda il baritono veneziano Antonio Salvadori, con una conferenza voluta da amici e ammiratori. ​Saranno presenti in sala numerosi artisti del mondo dell’Opera, cantanti, registi e musicisti, per ricordare un amico e tributare un omaggio, con le loro testimonianze al grande artista. Antonio Salvadori ha iniziato la sua carriera facendosi notare per le sue qualità vocali e vincendo numerosi concorsi, che gli diedero la possibilità di debuttare in varie opere, quali Pagliacci di Leoncavallo, Il barbiere di Siviglia di Rossini (all’Aslico di Milano), Luisa Miller (al Teatro alla Scala di Milano, sotto la direzione di Gianandrea Gavazzeni), Un ballo in maschera di Verdi e Rigoletto, come il più giovane interprete protagonista a livello internazionale.
Leggi tutto...
 
Preziosità liriche domenica 12 marzo 2017

Gran Galà lirico: dalla Corea a Venezia … Romanze, arie d’opera e Liebeslieder-Walzer

Speciale  evento musicale realizzato in collaborazione con il gruppo Virtual Reality music dell’Università di Padova, l’Università nazionale di Jinju (sud Korea) e  l’Ass. Spirito Nuovo di Venezia.
Il baritono coreano Kangji Choi e il flautista Ludovico degli Innocenti eseguiranno celebri sonate, arie e romanze di grandi compositori operistici, da Mozart, Donizetti, Rossini, Bellini  a Verdi, Bizet… accompagnati al pianoforte dal M° Bruno Volpato.
Seguirà Liebeslieder-Walzer: Brahms e la sua romantica gioia:  due cicli di lieder,per quattro voci, flauto e piano a quattro mani .
Interpreti: Stela Dicusara, soprano; Federica Cacciatore, mezzosoprano; Alessandro Vannucci, tenore; Lorenzo Bonomi, basso; Francesca Cesaretti e Ilaria Torresan, pianoforte a quattro mani.
 
Corsi di Perfezionamento 2017

 
Vocazione soubrette - Gioco scenico - Domenica 12 febbraio 2017

Teatro lirico Vocazione Soubrette, con la regia di Marco Bellussi.
Il gioco scenico è incentrato sulla figura del soprano/soubrette, ovvero su quella particolare tipologia di soprano leggero che, per spirito, verve e sagacia costituisce  l'ingrediente più piccante della gustosa ricetta con cui viene preparata l'opera buffa settecentesca e di primo '800.
Le arie più romantiche e le scenette più divertenti, in un mix di grande fascino e leggerezza che attraversa il mondo irreale dell'operetta e dell'opera giocosa.  La soubrette è protagonista dello spettacolo che farà  respirare al pubblico la magica atmosfera e le deliziose melodie di alcune fra le più celebri opere di repertorio brillante quali Così fan tutte, Il filosofo di campagna, Il barbiere di Siviglia, Don Pasquale, Il pipistrello; non mancherà inoltre un cameo dall'opera drammatica La Bohème in cui Musetta ci regala degli squarci di cristallina ed irresistibile vanità femminile.
Farà da filo conduttore, il narratore che porterà sulla ribalta i personaggi principali interpretati dalla soubrette

Interpreti: Francesca Bruni, soprano; Simonetta Valveri,voce recitante; Stefania Zanesco al pianoforte
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA  ai numeri 349 802 6146 - 335 630 3408
Palazzo Zacco Armeni - Prato della Valle, 82 - Padova​
Patrocini: Regione del Veneto - Provincia di Padova - Città di Padova -
In collaborazione con Reteventi 
 
Auguri Natale 2016

 
Salotto italiano Domenica 15 gennaio 2017

S​​alotto musicale - Concerto ​dedicato all'opera e alla musica vocale da camera ​ italiana ​da fine '800  ai primi anni 50 del ventesimo secolo

La lirica da camera italiana del Novecento è' un’ampia costellazione in cui ritroviamo  autori accomunati da un’ideale tensione a mettere in musica testi poeticamente di alto valore; un territorio musicale ancora poco noto, esplorato di rado da pochi avventurieri che, sfidando spesso indifferenza e diffidenza, propongono un repertorio quanto mai variegato e affascinante, che merita ben altra divulgazione rispetto a quella di cui gode.
Domenica 18 dicembre, alle or 16.00, presso la suggestiva cornice di Palazzo Zacco Armeni, si cimentano nell'impresa due talentuosi professionisti: il soprano lirico Tatiana  Aguiar e il pianista padovano, M° Alberto Boischio, di casa al Gran teatro la Fenice.
Il programma si apre con Puccini, che ci traghetta idealmente dalla maestosità dell’Opera Italiana, a cavallo tra ‘800 e ‘900, al timido sorgere di quella forma musicale che, pur avendo radici remote e profonde nella nostra tradizione popolare, è sempre stata ingiustamente posta in secondo piano e che forse, ancora oggi, non si vede riconosciuta la giusta dignità: la Romanza da Salotto. La tavolozza di sfumature, tinte, sensazioni è immensa.
Le pagine dei grandi compositori, Catalani, Cilea, Leoncavallo, Wolf Ferrari..., si fondono magnificamente con  i testi dei nostri maggiori poeti dando vita ad una suggestiva e raffinatissima miscela emozionale.
Questo fertilissimo momento storico-artistico ha gettato le basi della nostra melodia famosa in tutto il mondo. Oltre all’Amore, indiscusso protagonista, entrano in gioco temi del quotidiano, seduzione, nostalgia, amore materno fino a concludere o meglio sospendere questo viaggio dentro noi stessi con un altro, nostro malgrado o forse no, protagonista… il telefono.
Patrocini: Regione del Veneto - Provincia di Padova - Città di Padova - In collaborazione con Reteventi
Palazzo Zacco Armeni - Prato della Valle, 82 - Padova​
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA  ai numeri 349 802 6146 - 335 630 3408

 
Festa degli auguri 6 dicembre 2016 presso Villa Italia

 
Come un tappo di Champagne
Domenica 27 settembre, nella Sala Polivalente di Brugine, e Giovedì 1 Dicembre, nella Sala Fonte del Porto - Cinema Porto Astra, a Padova nuovo appuntamento musicale...  Con il frizzante divertimento lirico teatrale Come un tappo di champagne
Un affascinante viaggio nel mondo della musica attraverso le più belle e celebri arie d'opera …dedicate al vino! Musica spumeggiante, allegra che suscita ilarità o musica malinconica e intima che trasmette e suscita emozioni.
Lo spettacolo, ideato e diretto dal regista Marco Bellussi, è incentrato sui brani più suggestivi che l’opera ha dedicati al nettare degli dei; un percorso musicale che si destreggia con giocosità fra le pagine liriche più vivaci e festose, ma talora anche malinconiche, della ricchezza e varietà del chiaroscuro teatrale.
Leggi tutto...
 
Teatro musicale Domenica 13 novembre: Dive di Cinecittà - Il provino

L’atto unico, commissionato a Eleonora Baldelli dalla Fondazione Mastroianni, a 20 anni dalla scomparsa, mette in scena un immaginario incontro tra 5 dive, Ava Gardner, Marilyn Monroe, Audrey Hepburn, Anna Magnani e Sofia Loren e un regista, simboleggiato da una sedia vuota, a cui loro si presentano.
Sarà il personaggio di Sofia Loren a traghettare il pubblico verso quel “Marcello” che insieme a lei ha rappresentato,e tuttora rappresenta l’Italia nel mondo.
Non una storia narrata della vita degli artisti, niente di didascalico riguardante i loro film, né banale aneddotica, ma un atto unico teatrale in cui le dive vengono rappresentate, in un susseguirsi di “quadri” interpretati dall’attrice Roberta Grenci e dal soprano Noemi Umani.
Davanti al regista sfilano dunque nomi celebri: una ormai vecchia Ava Gardner, che racconta di una Hollywood poco nota e piena di lati oscuri; della sua dipendenza da alcol e fumo e la tumultuosa relazione con Frank Sinatra. E’ poi la volta di Marilyn Monroe a tratti spaesata, a tratti euforica ma ossessionata dai ricordi della sua infanzia; Audrey Hepburn delicata e gentile, ma ad un tempo volitiva, che dopo l’esperienza drammatica della guerra, diventa una icona di stile e classe, permeata di sottile ironia. Giungono infine le forti e volitive donne italiane: Anna Magnani, verace e profonda, forte e malinconica, interprete, con stile inimitabile, della popolana focosa e sboccata, ma allo stesso tempo sensibile e generosa, incarnazione dei valori genuini di un’Italia minore, e Sofia Loren. Riscattata da una vita tremenda e difficile, Sofia è ora DONNA, un po’ snob, napoletana fascinosa e affascinante, dolcissima nel ricordare i tre uomini della sua vita:Carlo Ponti, Vittorio de Sica e Marcello Mastroianni.
Le musiche di celeberrimi musicisti, da Rachmaninoff a Nino Rota, interpretate da Leonora Baldelli, al pianoforte, e dal soprano, che dà corpo, voce e spirito a ognuna di queste dive, sono un omaggio al cinema e ai film di questi personaggi. 
Saranno eseguite autentiche perle musicali divenute classici mondiali, Speak low, I think of you, Arrivederci Roma e Bye Bye Baby, arie tratte da My fair lady, gli stornelli romani, O surdato nnammorato, Mambo Italiano...

Patrocini: Regione del Veneto - Provincia di Padova - Città di Padova - In collaborazione con Reteventi
Palazzo Zacco Armeni - Prato della Valle, 82 - Padova​
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ai numeri 349 802 6146 - 335 630 3408
Ingresso 7€ - Gratuito Soci Circolo della Lirica
Info: www.circolodellalirica.it
PRENOTAZIONE  OBBLIGATORI​A​ ai numeri 349 802 6146 - 335 630 3408
Ingresso ​7€ - Gratuito Soci Circolo della Lirica

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 23

Contatti

COME ASSOCIARSI

Presidente
Nicoletta Scalzotto
335 6303408
Vicepresidente
Simonetta Flaùto
349 8026146
Direttore Artistico
Marco Bellussi

NEWS 2018

Auditions 2017/2018
Padova  8 luglio 2018
Iscriviti qui/Apply
Bando Audizioni IT
Regulation for
Audition EN
*****************
VII Masterclass 2018
cantanti lirici, registi
pianisti accompagnatori
Padova  luglio
Iscriviti qui/apply:
Masterclass
Bando It Masterclass
Bando En Masterclass
*****************
Scadenza
Iscrizioni/application
deadline 24/06/2018

concerti PREMIO
borse di studio
n.1 scholarship
ufficiostampa@circolodellalirica.it
+39 320 057 8485

Accademia di canto 2018

MARZO/GIUGNO 2018
docenti/teachers
A. Althoff
F. Cordeiro Opa
S. Vizioli
I Bandi:
Academy for singers
BANDO/application form EN
BANDO/scheda iscriz. IT
Info+39 3200578485
artes.padova@gmail.com

Brani lirici

Ascolta Brani lirici tratti dalla discoteca privata del Circolo della Lirica di Padova play

vienna_18_20_12_1 (99) 17 giugno 2016 Prima la musica (24) Rigoletto 4 settembre 2016 -Palazzo Zacco (Pd) (19) c_Artisti e ospiti in costume _Mozart 15_02_2015 (6).jpg tela Dicusara, soprano; Federica Cacciatore, mezzosoprano; Alessandro Vannucci, tenore; Lorenzo Bonomi, basso Concerto Verdi Wagner 15 dicmbre 2013 (42) Image00009 17 giugno 2016 Prima la musica (1.0) 1 (81) Concerto auguri 22 dicembre 2012 (21)

chi è on line

 57 visitatori online

Cerca


www.yoursite.com
Circolo della lirica