17 giugno Opera lirica di A. Salieri

Opera al chiaro di luna con il Circolo della Lirica di Padova, Venerdì 17 giugno, alle ore 20.45, presso Teatro Giardino di Palazzo Zuckermann di Padova, il Circolo della Lirica di Padova presenta l'allestimento del celebre divertimento teatrale di A. Salieri, Prima la musica e poi le parole, su libretto di G. B. Casti, con la regia di Marco Bellussi, a cui seguirà il Capriccio per orchestra Fantasia sconcertante su temi mozartiani di F. Tramontana.
Un'opera dal tema comune, da rappresentare nel castello di Schönbrunn per il carnevale del 1786, fu commissionata dall’Imperatore Giuseppe II a Salieri e Mozart, per mettere in competizione l'opera italiana e il singspiel tedesco. L’opera di Salieri (come del resto il suo pendant mozartiano) mette in scena i preparativi per l'allestimento di un'opera e rientra dunque nel fortunatissimo filone settecentesco del teatro nel teatro, nel gusto per il rifacimento caricaturale dei diversi stili operistici e per la parodia del melodramma. I litigi tra librettista e compositore, i capricci delle primedonne, lo strapotere della musica a discapito della coerenza drammaturgica, elementi caratteristici dell’opera buffa, sono resi più graffianti dal testo di Casti che non risparmia  ironici riferimenti a fatti e persone dell’ambiente teatrale viennese. La sfida tra i due compositori di corte decretò il successo del nostro compositore veneto, nato a Legnago, 18 agosto 1750, e della musica italiana!
La scena si apre nella casa del Maestro di Cappella, intento a discutere aspramente col poeta poiché il conte Opizio ha commissionato loro la stesura di un'opera lirica in soli quattro giorni. Il furbo maestro, consapevole di non poter comporre un'opera in così breve tempo, confida al poeta che ha intenzione di riciclare la partitura di un suo vecchio lavoro. Il vate, tuttavia, si lamenta del fatto che fare prima la musica delle parole è come fare prima l'abito e poi la persona a cui si adatti. Il Maestro allora lo schernisce sostenendo che a fare tutta la fatica è chi scrive la musica e sprona il poeta a muoversi a comporre qualche verso per un'aria poiché sta per giungere una cantante virtuosa dell'opera seria, Donna Eleonora. Alla scena si aggiunge Tonina, una cantante dell'opera buffa che contribuirà con le sue lamentele a creare un gran scompiglio. Alla fine, tra equivoci, divertenti litigi e battibecchi surreali che spesso si concludono in duetti canori, buffe prove di “numeri” di canto, tutto si risolverà per il meglio: le cantanti si metteranno d'accordo e il poeta si appacificherà col maestro.

M° Concertatore e Direttore Raffaele Cipriano - Regia Marco Bellussi
Scene Matteo Franzato Paoletti - Costumi Carlos Tieppo - Aiuto regia Riccardo Adamo - Make-up Anna AveSmart Opera Orchestra con la partecipazione del Quintetto Pisani
Produzione del Circolo della Lirica di Padova,in collaborazione con il Comune di Padova - Settore Attività Culturali - Patrocinio di Regione del Veneto, Provincia di Padova, Città di Padova
Musica di qualità e divertimento assicurato!
Personaggi e interpreti
Nico Mamone (Il poeta) - Virgilio Bianconi (Il maestro) - Annalisa Massarotto(Donna Eleonora) Francesca Salvatorelli (Tonina)
Teatro Giardino di Palazzo Zuckermann di Padova
Prevendita dal 6 Giugno tel. 349 8026146 – 335 6303408
 

chi è on line

 35 visitatori online

Cerca


www.yoursite.com
Circolo della lirica