Vista culturale domenica 22 marzo 2015

Nuova iniziativa culturale per i nostri soci e gli amici, dopo il successo dell'iniziativa 2014, in occasione della giornata Ventitreesima edizione delle Giornate FAI di Primavera con l’apertura straordinaria di oltre 700 luoghi in tutte le regioni d’Italia, con visite straordinarie. Un grande spettacolo di arte e bellezza - dedicato a tutti coloro che hanno a cuore il patrimonio culturale e ambientale italiano - che ha come protagonisti centinaia di siti particolari, spesso inaccessibili e che potranno essere ammirati dal pubblico durante il weekend delle  Giornate  FAI di Primavera. Sponsor dell'evento Antonella Canova - Professional Financial Planner -  Banca Generali

 

 

Programma
- ore  9.00 Ritrovo in  Prato della Valle, davanti Foro Boario, partenza per Ferrara
- ore 11.30 - Visita guidata alla mostra e al Palazzo - L'arte per l'arte - Il Castello Estense ospita Giovanni Boldini e Filippo de Pisis
Eleganti ritratti di protagoniste della Belle Epoque tra sale rinascimentali fastosamente decorate, camerini segreti che fanno da scrigno a paesaggi e nature morte pulsanti di emozioni. Al Castello Estense di Ferrara è possibile ammirare una galleria di capolavori di Boldini e De Pisis selezionati dalle collezioni delle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Palazzo Massari. Il castello, simbolo della città, fa così da cornice alle opere di due grandi artisti ferraresi, tra i protagonisti della scena internazionale tra Otto e Novecento
- ore 13.00 – 14.30 Pranzo libero in centro
Nel pomeriggio si prosegue per ore 14.30 - Palazzo dei Diamanti e Pinacoteca
Così denominato grazie alla particolarissima forma degli oltre 8.500 blocchi di marmo che compongono il suo bugnato, il Palazzo dei Diamanti è uno degli edifici rinascimentali più celebri al mondo. Progettato da Biagio Rossetti, il palazzo fu costruito per conto di Sigismondo d'Este, fratello del duca Ercole I d'Este, a partire dal 1493, e costituisce il centro ideale della cosiddetta "Addizione Erculea", vero e proprio raddoppio della città che Rossetti concepì per il duca. Il palazzo fu acquistato dal Comune nel 1832. Al piano terreno sono situati gli spazi adibiti ad importanti esposizioni temporanee, organizzate da Ferrara Arte e dalle Gallerie d'Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara, mentre al primo piano l'edificio ospita la Pinacoteca Nazionale di Ferrara, che conserva una collezione storico-artistica di eccezionale valore.

Rientro a Padova verso le ore 18.30/19.00

 

chi è on line

 63 visitatori online

Cerca


www.yoursite.com
Circolo della lirica