Artisti al Teatro Verdi

Biografie di artisti

 

Prossime iniziative

Iniziate ed eventi

 

Sostieni la lirica

Sostieni la Lirica

Home
Rigoletto al Teatro Verdi di Padova
Con una bella e particolare edizione del Rigoletto, è terminata la stagione lirica di Padova.
Dopo il successo della Carmen nell’ottobre scorso, il 23, 27 e 29 dicembre, al teatro Verdi è andato in scena il capolavoro verdiano che grazie a un degno cast vocale, un’attenta direzione orchestrale e un originale allestimento, ha saputo, ancora una volta, stupire e accattivare il numeroso pubblico intervenuto in questo scorcio di fine 2010. 
Il Rigoletto pone fine alla trilogia popolare verdiana realizzata dalla Collaborazione tra i Comuni di Padova e Rovigo dopo La Traviata del 2008 e de Il Trovatore del 2009 e questa edizione, grazie al suo  intrinseco allestimento, conferma ancora una volta che nell’opera si può osare, si possono in parte abbandonare i classicismi, si può offrire un prodotto diverso, purché nel contempo queste novità siano capaci di mantenere coerenze logiche e non sopraffare i protagonisti canto e musica.
Come è avvenuto per l’originale, apprezzatissima Aida di Hugo de Hana, così, a mio avviso, la regia, le scene, i costumi, le coreografie e le luci di Stefano Poda in questo Rigoletto hanno stupito e meravigliato lo spettatore più attento. Anche quest’anno il Teatro Verdi ha osato e con successo.
L’apprezzato, bravissimo, visionario regista trentino ha desiderato “purificare lo sguardo dello spettatore offrendogli la forza motivazionale ed anche la spinta creativa su cui egli stesso possa lavorare con libertà, riscattandosi dal condizionamento di un’interpretazione imposta”. Su di un palcoscenico concentrico suddiviso in quattro parti, in un’alternanza rappresentativa dalle connotazioni forti, il nero e il bianco, la corruzione e la purezza, il disprezzo del vincente e la sofferenza del vinto hanno dato vita a un’originale realizzazione scenica comprendente posizioni statiche e movimenti lenti delle masse corali e arricchita da luci ed effetti da film.
di Paolo Lerro 
Leggi tutto...
 
Prospettive…. per questo anno 2011
Concerto di Capodanno alla Fenice: si inizia l’anno già con i presupposti di un periodo di lotte e di incertezze per il futuro della cultura in genere e della musica in particolare. Cosa sarà del nostro patrimonio culturale che ci assegna il primato nel mondo? Forse ci assegneranno il premio per un altro primato, quello dell’indifferenza verso ciò che di più sacro esiste nella vita di un uomo o, di più, di una Nazione, e cioè le proprie origini, il proprio passato in cui i nostri Padri hanno operato per lasciarci una eredità. Ci accingiamo a festeggiare, giustamente, i centocinquanta anni dell’Unità d’Italia, ma ci dimentichiamo che erano anche quelli di Giuseppe Verdi e della sua partecipazione emotiva e culturale verso le vicende che condussero al fatidico 1861.
 
Leggi tutto...
 
Il Concorso “Iris Adami Corradetti” 2010 …il giorno dopo

 Il Direttivo con Laura MacrìOgni anno, quando sta per iniziare il concorso, si entra in fibrillazione; ci si domanda se ci saranno sufficienti iscritti, se la commissione sarà tutta presente, se ci saranno contestazioni per chissà quale ragione, se, insomma, si arriverà alla fine senza intoppi e senza disguidi. Poi, durante lo svolgimento, qualche problemino sorge sempre, ma per fortuna mai situazioni tali da non essere superabili col buon senso e, ormai, con l’esperienza acquisita. Si giunge così alla serata finale, la gran festa in teatro, l’agitazione dei concorrenti che vedono il traguardo vicino, ma la competizione è dura perché la qualità è tanta e i premi sono solo tre, più le più borse di studio meno consistenti anche se sempre ambite.
Il presentatore è brillante e intrattiene il pubblico, ma la febbre dietro le quinte sale e l’agitazione coinvolge tutti al punto che, dopo la proclamazione dei vincitori e i brevi commenti di rito, i fiori per la presidente della commissione non vengono quasi mai offerti pubblicamente perché miseramente dimenticati su un tavolino, fra la confusione generale.
È bella però quella confusione ...

Leggi tutto...
 
Al «Corradetti» la vittoria incorona un "basso"
Mara Zampieri e i vincitoriSale sul podio più alto del concorso lirico il cantante croato Goran Juric
 È il basso Goran Juric, croato, il vincitore della XXVº concorso lirico internazionale «Iris Adami Corradetti». Era ormai mezzanotte quando la giuria, presieduta da Mara Zampieri, comunicava il responso dopo l'esibizione dei 12 finalisti al Teatro Verdi di Padova. E rendeva noto il nominativo dei tre candidati giunti in finale. Per i cantanti si è trattata di una prova pubblica in concerto accompagnati dall'Orchestra Regionale Filarmonia Veneta diretta da Francesco Rosa. La giuria ha proclamato vincitore il basso Goran Juric croato, 27 anni, che ha già conquistato un riconoscimento dell'Opera Nazionale di Bratislava e di Praga dopo essersi diplomato all'Accademia della musica di Zagabria: a lui il primo premio di 5 mila euro. Il secondo premio (4 mila euro) è stato assegnato a Elisabeth Stevens, soprano americano di 34 anni; al terzo posto il mezzosoprano Romina Tomasoni, 28 anni, italiana laureata in canto lirico con il massimo dei voti al «Marenzio» di Brescia (3 mila euro). C'erano anche altri riconoscimenti speciali, le borse di studio: dalla Fondazione Lucia Valentini Terrani la borsa per il concorrente più giovane tra i finalisti è andata a Laura Macrì, 20 anni, la più giovane partecipante tra 120 iscritti. Due borse di studio conferite dai soci del Circolo della Lirica sono state assegnate al tenore Luciano Ganci e ancora a Laura Macrì; una da Patrizia Del Sero, socia del Circolo della Lirica, in memoria della madre Liviana Licheri Del Sero, è andata al soprano Sylwia Krysiek. Il pubblico ha espresso gradimento per il tenore coreano Sang-Jun Lee.
 
Le selezioni del Corradetti - In gara 125 voci al Verdi
le proveCompie un quarto di secolo il Concorso Lirico Internazionale Iris Corradetti, diventato un punto di riferimento per gli appassionati della lirica, un fiore all'occhiello per la città di Padova e soprattutto un'occasione importante per i giovani cantanti che s'iscrivono per poter vincere una delle tre borse di studio messe in palio e continuare la loro formazione nel mondo lirico. Quest'anno la manifestazione canora si svolge sino a sabato ospitata dal teatro Verdi di Padova. Mai come questa edizione è stata più discussa, la scorsa primavera il concorso, ideato dal Comitato della Lirica in omaggio al soprano Iris Corradetti, aveva rischiato di non poter festeggiare questa venticinquesima edizione a causa dei tagli, ma le 125 iscrizioni arrivate da ogni parte del mondo hanno confermato la valenza dell'iniziativa. «Si tratta di uno dei concorsi di lirica tra più i più longevi - ha spiegato Federico Faggion, direttore artistico della Stagione Lirica - anche quest'anno le iscrizioni hanno confermato la valenza di questo progetto che si ripete ogni anno. Abbiamo ragazzi che arrivano dal Canada, la Russia, il Brasile, l'Argentina, la Croazia, per fare alcuni esempi, ma anche una buona rappresentanza italiana. L'importanza di questo del Corradetti non si ferma solo alla sua tradizione, ma va oltre, sempre più spesso i vincitori ed i finalisti vengono ingaggiati per lavorare in stagioni di rilievo». A guidare la commissione del Corradetti 2010 c'è Mara Zampieri.
 
Omaggio al grande soprano JOAN SUTHERLAND
Joan SutherlandGinevra, 11 ott. (Adnkronos) - Joan Sutherland, uno dei piu' grandi soprani del XX Secolo, e' morta' in Svizzera a 83 anni. La star australiana, che si era ritirata dalle scene 20 anni fa, non si era mai ripresa dai postumi di una caduta. La cantante lirica, a cui la regina Elisabetta II aveva conferito nel 1978 il titolo di dama, aveva debuttato al Covent Garden di Londra nel 1952 e da allora aveva continuato ad apparire nella maggiori produzioni di tutto il mondo e aveva fatto numerose registrazioni prevalentemente per l'etichetta inglese Decca. La notizia della morte e' stata data dalla famiglia che in un comunicato sottolinea che la cantante "ha avuto una vita lunga e ha elargito momenti piacevoli a moltissime persone".
Leggi tutto...
 
Concerto Lirico - Aperitivo in concerto
patrizia morandini

 Invito

 Domenica 17 ottobre alle ore 16.00, Concerto Lirico di apertura della stagione 2010-2011 del Circolo della Lirica.

 Circolo Ufficiali - Prato della Valle - Padova

 Si  apre il nostro programma annuale con un concerto-aperitivo per dare il benvenuto ai nostri soci e a tutti gli amanti  della musica lirica!

 Il soprano Patrizia Morandini  proporrà una selezione di alcune arie tra le opere più conosciute; sarà accompagnata da  due allievi della sua Accademia di Canto, il contraltista Alessio Barni e il tenore Yuki Kohashi; al pianoforte il m°  Bruno Volpato.

 Nel corso del concerto il soprano, affiancata dai suoi allievi,  illustrerà alcune tecniche dell'Arte del Bel Canto.

 Al termine del concerto aperitivo e buffet

 Per partecipare, prenotare ai numeri 049 86 45 988 - 348 29 83 991 

 

 
Teatro Verdi - Padova - Carmina Burana di Carl Orff Sabato 17 luglio
Carmina Burana
 

Il Centro di studi, formazione e ricerche dell'Università di Padova organizza il concerto che ripropone i Carmina Burana di Carl Orff, in una versione per soli, coro, due pianoforti, percussioni e orchestra.
La coreografia e i movimenti scenici sono stati creati da Elena Borgatti, nel rispetto dell’ideale estetico originale, e sono eseguite dal Gruppo di danza contemporanea del Concentus musicus patavinus the simple company.
Il concerto si inserisce nel progetto Carmina Paduana 2010 del Concentus musicus patavinus, il Centro di studi, formazione e ricerche dell'Università di Padova.
 
 Teatro Verdi, via dei Livello, 32 - Padova
Concerto: Carmina Burana di Carl Orff
Sabato 17 luglio 2010 ore 21.00

Ingresso gratuito: posti numerati con ritiro del biglietto al botteghino del teatro da martedì 13 a sabato 17 luglio, dalle ore 9:00 alle 13:00 e la sera dello spettacolo dalle ore 19:30.
Per informazioni
Segreteria organizzativa
cell. 335 1814302; 335 1812601
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  
sito www.carminapaduana.lettere.unipd.it

 
Addio a Giulietta Simionato
Giulietta Simionato ospite del Circolo della Lirica di Padova nel 1998
«Se io non esco da me stessa per avvicinarmi il più possibile al fantasma creato dal musicista nessuno mi crederà. Il pubblico vedrà semplicemente Giulietta, là dove dovrebbe vedere Orfeo, Amneris, Carmen, Adalgisa. Per quel che mi riguarda, al momento giusto, tre cose scattano: cervello, voce e cuore. 
Le creature che sono chiamata a interpretare risultano così radiocomandate in ogni momento».
Una ricetta semplicissima, ma difficile da eseguire.  A pochi giorni dal suo centesimo compleanno (che sarebbe caduto il 12 maggio) il mezzosoprano Giulietta Simionato, nativa di Forlì, ma di padre veneto e di madre sarda, ci ha lasciato il 5 maggio scorso nella sua abitazione di Roma, dove da alcuni anni si era trasferita.  Assurta alla celebrità  dopo una lunga e ingiusta gavetta, durante la quale sostenne diversi ruoli minori come comprimaria presso il Teatro alla Scala, poté  debuttare  in un ruolo di primaria importanza solo a 37 anni come protagonista di Mignon  di Thomas. Da allora la carriera conobbe solo trionfi nei più famosi teatri del mondo, accanto ai celebri colleghi del suo tempo che si chiamavano Gigli, Callas, Tebaldi, Del Monaco, Di Stefano, Siepi, Bergonzi, Rossi Lemeni ecc. con un repertorio di oltre 60 opere, sotto la direzione di altrettanti importanti bacchette a cominciare da Toscanini, Votto, Serafin, Gavazzeni, Giulini, ecc.
di Paolo Padoan 
Leggi tutto...
 
Concorso Corradetti, il Sindaco contraddice Colasio. E il Concorso fu salvo ....:-)
All’ultima ora ...Sono trascorsi pochi giorni dall’articolo che si chiudeva con la prospettiva di qualche nuova e positiva notizia; oggi, 6 maggio, possiamo dire che le aspettative si sono concretizzate in senso positivo. Sarà una realtà che verrà confermata dai fatti? Speriamo! L’impegno è stato tanto e i sacrifici lo saranno altrettanto! Sono state scritte tante parole non vere e con la massima serenità posso affermare che mai il Circolo ha ceduto di fronte alle decisioni prese anche se mai la sottoscritta ha “mentito, sapendo di mentire”. Alla domanda se fare il Concorso o la Stagione la posizione del Circolo è stata ferma:”a noi non si può porre questa domanda” e aggiungo, sarebbe come chiedere alla mamma di due figli malati quale salvare avendo una sola medicina. Bando alle polemiche che non servono, il Concorso si farà e ringraziamo dell’impegno profuso per ottenerlo: Mara Zampieri, Giuliano Pisani (presidente della Commissione Cultura che nel    2000 ha portato il Concorso al Comune e che ora ha operato con abilità e grande passione per farlo vivere) e, perché non dirlo, il Circolo della Lirica che si è speso e ancora lo farà, a costo di sacrifici finanziari che dovremo affrontare tutti se vogliamo fare un servizio alla Città e alla sua storia culturale.  Ho solo citato il nome di Mara Zampieri, ma devo aggiungere che il suo non è stato solo un semplice appoggio, quasi dovuto come Presidente del Concorso, ma elemento indispensabile, anche finanziario, per il raggiungimento dello scopo.  Mi sembra giusto in questa occasione obiettare a quanto scritto sul Gazzettino a proposito del Concorso, esso non è biennale, anzi dalla sua nascita, 25 anni fa, a cura del Comitato per la Lirica, nato proprio a questo scopo e per onorare la figura del soprano milanese di nascita, ma padovana di adozione,Iris Adami Corradetti, non ha mai conosciuto interruzioni e quindi ci sembra strana la proiezione futura del suo “oscuramento” nel   2011.  “Nessun dorma” si canta in Turandot e noi ci atterremo a questo saggio monito!!!!  
 
<< Inizio < Prec. 21 22 23 24 25 Succ. > Fine >>

Pagina 21 di 25

Contatti

COME ASSOCIARSI
Presidente
Nicoletta Scalzotto
335 6303408
Vicepresidente
Simonetta Flaùto
349 8026146
Direttore Artistico
Marco Bellussi

Facebook

MASTERCLASS 2019

Bando It Masterclass 2019
Bando En Masterclass 2019

concerti PREMIO
borse di studio/
scholarship
ufficiostampa@circolodellalirica.it
+39 320 057 8485

Accademia di canto 2019

MARZO/GIUGNO 2019
docenti/teachers
A. Althoff
F. Cordeiro Opa
S. Vizioli
M. Bellussi

Bandi:
Academy for singers
BANDO/application form EN
BANDO/scheda iscriz. IT
Info+39 3200578485
artes.padova@gmail.com

Brani lirici

Ascolta Brani lirici tratti dalla discoteca privata del Circolo della Lirica di Padova play

Image00002 Galà lirico 8 maggio - Tributo a Cralos Tieppo (23) Rigoletto 4 settembre 2016 -Palazzo Zacco (Pd) (10) I nostri ospiti 1 (34) Image00002 l tavolo del Direttivo con la nostra ospite Stefania amica del circolo! traviata_6_tn Stabat Mater 23 marzo 2013 (8) 1 (151)

chi è on line

 39 visitatori online

Cerca


www.yoursite.com
Circolo della lirica