Artisti al Teatro Verdi

Biografie di artisti

 

Prossime iniziative

Iniziate ed eventi

 

Sostieni la lirica

Sostieni la Lirica

Home
Circolo della Lirica: concerti e gemellaggi

 
Masterclass internazionale di canto lirico e regia: oltre le aspettative il numero di iscrizioni

II Masterclass internazionale di canto e regia_2012

 
La musica salva
di Nicoletta Scalzotto
Il 31 luglio  nella suggestiva cornice della Piazza d'Armi della della Scuola Allievi Carabinieri di Reggio Calabria, si è svolto un concerto diretto dal M° Riccardo Muti: 270 giovani musicisti, scelti tra i principali complessi bandistici calabresi, si sono esibiti dinanzi a quasi cinquemila persone, e nel partèrre altri 1000 giovani e giovanissimi musicisti delle bande calabresi a formare con le loro magliette la bandiera italiana.
Sul palco una vera parata di talenti, impeccabili nell’esecuzione, rigorosi nel seguire le istruzioni dei direttori d’orchestra e dello stesso maestro Muti, professionisti che non hanno lasciato trasparire nemmeno l’emozione che invade le loro anime, pronti a dare il meglio di sé e a far innamorare il pubblico di quella straordinaria musica.
270 giovani musicisti che hanno fatto “parlare” gli strumenti, hanno mostrato a chi ancora non lo ha visto o non lo vuole vedere il vero volto di una Calabria che non è solo ‘ndrangheta e malaffare…
Un evento unico dunque, ispirato non soltanto alla musica, ma anche ai temi della cultura e della legalità: La musica salva, è il titolo del concerto che ricalca una celebre frase pronunziata dal maestro Muti che dichiara dal palco: “I governanti devono porre attenzione a questo fenomeno tutto calabrese che può essere un segnale di ripresa di quei valori che in Italia, tutti sappiamo, sono scemati negli ultimi anni. Giovani di 22-23 anni,  ma anche bambini di otto, che hanno colpito per le loro capacità, alcuni si sono distinti per la loro disciplina artistica e per la partecipazione totale alla musica, e la severità  del loro approccio con questo tipo di musica così impegnativa. Ci troviamo di fronte ad un'espressione della migliore Italia, un'autentica fucina di talenti … Un segnale forte, non solo per la Calabria, ma per l'intero Paese”.
Muti ha dunque ribadito con forza il ruolo dominante della musica per la crescita dell’individuo: “la musica non solo forma, ma salva”. Anche noi da sempre ribadiamo che la musica di qualità e la cultura devono avere nel nostro Paese la giusta espressione, perchè  frutto di una Italia da tempo sottotraccia, lontana dalle cronache modaiole, dai palinsesti televisivi insulsi e volgari; esse sono il profilo di un’Italia di giovani che studiano con impegno, passione, dedizione, con insegnanti che educano e famiglie che ancora  credono che la musica sia basilare per la formazione, per la crescita spirituale e che sia una palestra in cui allenarsi con caparbietà per affrontare la vita, per contribuire al progresso e alla cultura del nostro Paese, per ricondurre al gusto del bello.  La musica è fatica e gioia, è impegno ed emozione!
Le immagini che arrivano dallo schermo della tv lunedì 6 agosto, alle ore 23,30 sono emozionanti: lunghe infilate di fagotti, oboi, clarinetti, corni,  trombe e tromboni,  … centinaia di mani che eseguono in sincronia i medesimi movimenti, il suonatore dei piatti che scandisce il ritmo con un gesto elegante  ma quasi imperioso, movimenti ritmati sulle grandi percussioni… centinaia di occhi seguono concentrati  la bacchetta dei maestri che si succedono sul palco...
Le celebri  note dell’Ouverture de La Forza del Destino e della Sinfonia del Nabucco di Giuseppe Verdi si diffondono nell’aria, il pubblico è in piedi, nessuno distoglie lo sguardo fisso sui musicisti e anche la luna nella calda notte estiva, attraversata da leggere folate, osserva dall’alto questo momento magico che sembra fermare il tempo.
… di nuovo l’Inno di Mameli risuona e il pubblico, incitato dal Maestro, canta all’unisono accompagnando la “voce “ degli strumenti,  creando l’illusione di una sinfonia di intenti in un Paese che cerca nuovamente l’armonia, la bellezza e quegli ideali che sembrano oggi smarriti …
La musica salva! Viva la musica

 
Stagione Concertistica Circolo della Lirica di Padova

Programma da settembre 2012 a luglio 2013

La Stagione Concertistica si aprirà a settembre 2012 e si concluderà a giugno 2013 con un importante Gran Galà per festeggiare i 30 anni di attività del Circolo. Nel calendario sono previsti, come da tradizione, concerti con cadenza mensile, collaborazioni con i Conservatori di Padova, Verona e Castelfranco Veneto, Conferenze nell’ambito del bicentenario Verdiano, scambi culturali con associazioni estere come “Gli amici del bel canto” di
Vienna(Austria) e l’Associazione “B. Gigli” di Helsinki (Finlandia), Concerto di Natale all’Auditorium Pollini del Conservatorio di Padova, Concerto di Pasqua nella Chiesa di S. Croce ecc….nonché concerti per la Comunità Armena, Istituzione del “Premio alla Carriera” ad un nome illustre del mondo della Lirica. A ciò si aggiungeranno altri eventi speciali e le uscite: viaggio di 3 giorni e visite culturali in città di musica e d'arte.

  • 29 Settembre - CONCERTO D'OPERA, con gli Allievi della Masterclass di canto condotto da: A. Althoff Pugliese, canto e S. Vizioli, regia
  • 21 ottobre - CONCERTO D'OPERA, con i vincitori delle borse di studio del 26 ^concorso Ines Adami Corradetti
  • 17 Novembre - CONCERTO D'OPERA, artisti da definire
  • 23 Novembre - CONCERTO D’OPERA, con la partecipazione dell'associazione "Amici del Bel Canto" di Vienna
  • 14 Dicembre - CONCERTO DI NATALE, Auditorium Pollini, per organo e soprano, con G. Libertucci – Organista della Basilica di S. Pietro in Vaticano
  • 20 Gennaio 2013 CONCERTO D'OPERA, artisti da definire
  • 17 Febbraio - CONCERTO D'OPERA, Arie da Camera dell'800 con Annunziata Lia Lantieri, soprano e Luisa Zecchinelli, pianoforte
  • Marzo - CONCERTO DI PASQUA con orchestra: Stabat Mater di G. Pergolesi - Chiesa di S. Croce - con Alessandra Raponi, soprano e Katia Castelli, mezzosoprano
  • MARZO - Conferenza-Concerto per il Bicentenario Verdiano - Sala degli affreschi (Oratorio) – Chiesa di S. Croce - Padova, Relatore Dott.ssa Natalia Di Bartolo- artisti da definire
  • 21 Aprile -  CONCERTO D’OPERA, con Annarita Gemmabella, mezzosoprano - musica di Rossini, Verdi, Donizetti, Bizet, Gounod
  • 19 Maggio - CONCERTO D'OPERA - in abbinamento al Premio “Amico dell’Anno 2013” - con Monica Cucca, soprano, Matteo Sartini, tenore - musiche di Verdi, Puccini, Mascagni
  • Giugno - PREMIO ALLA CARRIERA e GALA' LIRICO con Orchestra in occasione del trentennale del Circolo della lirica
  • Luglio - Opera in forma semiscenica
 
A Padova ...lirica sotto le stelle

Don PasqualeDON PASQUALE                          di G. Donizetti

Preludio alla Stagione lirica invernale, arriva a Padova “l’opera sotto le stelle”, nei giardini e nelle piazze. In scena un coloratissimo Don Pasquale, dramma buffo in tre atti scritto da Gaetano Donizetti su libretto di Giovanni Ruffini, commedia donizettiana. Una commedia musicale borghese, sul crepuscolo e la beffa agli amori senili, ambientata a Roma agli inizi del XIX secolo, che si sposa perfettamente con la scenografia naturale del teatro-giardino di palazzo Zuckermann, uno dei simboli della nuova città borghese sorta tra la fine dell'800 e l'inizio del secolo XX.
Protagonista un cast giovane di altissimo livello: al centro il maturo celibatario Pasquale da Corneto interpretato dal baritono veneto Elia Fabbian, che si esibisce sui palcoscenici di teatri importanti in Italia e all’estero, nel ruolo di Ernesto, nipote di Don Pasquale, amante corrisposto della bella Norina, il giovanissimo tenore Alessandro Scotto di Luzio, vincitore della sezione tenori dello spettacolo televisivo di RAI 1 "Domenica In" condotta da Pippo Baudo. Giovanissimo anche il soprano canadese Teresa Sedlmair, la più giovane cantante dell’Opera Studio Internazionale per l’Opernhaus di Zurigo, che a soli ventiquattro anni ha già vinto importanti concorsi internazionali tra cui il Concorso di Canto intitolato a Renata Tebaldi, e vestirà i panni di Norina, vedova giovane e carina ma di modeste condizioni. L’intraprendente e brillante Dottor Malatesta sarà il baritono Gabriele Nani, già apprezzato dal pubblico padovano e già avviato in un’importante carriera. Completa il cast nel ruolo del notaro, il baritono Christian Starinieri, definito dalla critica un "raffinato liederista", unico italiano selezionato per un master al Teatro Argentina di Roma sul Don Giovanni di Mozart con la direzione di Claudio Abbado e la regia di Peter Brook.
Regia e scene saranno affidate al regista Giulio Ciabatti, "da sempre impegnato a spingersi oltre i confini della rappresentazione per giungere a sfiorare quello spazio in cui appare qualcosa di indicibile, la traccia inafferrabile di un destino già realizzato, preferendo alla soluzione catartica l'interrogazione silenziosa".
I costumi saranno curati da un eclettico Giuseppe Palella, scultore, cantante, con brevi parentesi lavorative nel cinema come bozzettista, che vanta in curriculum importanti collaborazioni tra cui quella nel 2009 al Teatro dell’Opera di Roma in veste di assistente costumista e elaboratore costumi. Le luci saranno di Gaetani Luca Allestimenti teatrali. Per la prima volta in buca per l’opera a Padova, l’Orchestra di Padova e del Veneto diretta da Giampaolo Maria Bisanti, vincitore di numerosi Concorsi Internazionali tra cui spicca il  prestigioso Concorso Internazionale “Dimitri Mitropoulos” di Atene. Bisanti ha in repertorio 32 titoli operistici e ha diretto più di 300 Concerti Sinfonici, tra cui anche numerose partiture d’avanguardia, sul podio di orchestre importanti in Italia e all’estero. Il coro “Città di Padova” sarà diretto dal Dino Zambello.
La prevendita dei biglietti avrà inizio dal 10 luglio presso la Galleria Cavour in piazza Cavour, da martedì a domenica, dalle 16.00 alle 20.00. Biglietto unico: € 20. Sarà possibile acquistare i biglietti anche la sera stessa dello spettacolo presso Palazzo Zuckermann. In caso di maltempo le recite si terranno all’Auditorium “C. Pollini” in via Cassan.
Info: Settore Attività Culturali - Servizio Manifestazioni e Spettacolo  Tel. 049 8205611-5623 - cell. 388 3085379 mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
XXVI Concorso Lirico "Iris Adami Corradetti" 2012

Riparte dopo un anno di sospensione per le note ragioni economiche il Concorso lirico internazionale "Iris Adami Corradetti" alla sua XXVI edizione.

Il Concorso nasce a Padova nel 1985 al fine di onorare il grande soprano milanese di nascita, ma padovano di adozione, che fu maestra di importanti Artisti e organizzatrice, forte e decisa, fino alla morte. Dal 2000 il Concorso, ideato dal Comitato della Lirica, è stato fatto proprio dall'Amministrazione Comunale di Padova, che gli ha dato la sicurezza della continuità garantendone l’ adeguato supporto finanziario e organizzativo. Esso ha annoverato tra i commissari nomi illustri nel campo artistico (Simionato, Tebaldi, Carteri, Prandelli, Ferrari) direttori artistici e sovrintendenti dei maggiori teatri italiani e stranieri. Presidente per molti anni la stessa Corradetti, le sono succeduti tre soprani veneti: Rosanna Lippi, sin dall'inizio vice presidente con la Corradetti stessa, Mara Zampieri, Rosanna Carteri; nell’edizione 2005 la giuria è stata presieduta dal baritono Renato Bruson; nel 2006 dal soprano Maria Chiara; nel 2007 da Mara Zampieri, che presiederà la giuria anche nella corrente edizione. Da alcuni anni a questa parte, sono stati inclusi nella lista dei Commissari molti operatori nel campo teatrale - tra cui gli agenti internazionali - trasformando il Concorso in un'audizione in piena regola. Nel corso degli anni, la manifestazione canora è cresciuta sul piano della partecipazione, alimentando le aspettative di futura carriera nel mondo della lirica dei tanti giovani che vi partecipano (una media di 150 ogni anno). Infatti, il Concorso Corradetti è diventato una sorta di "vetrina" per coloro i quali hanno l'onore di arrivare tra i finalisti. Lo dimostrano gli ingaggi ottenuti da alcuni concorrenti meritevoli che, pur non avendo vinto alcun premio, sono comunque stati segnalati e poi scritturati per ruoli specifici alle loro vocalità.

La commissione

Mara Zampieri Presidente
Peter Mario Katona Direttore artistico Teatro Covent Garden di Londra
Christoph Seuferle Direttore artistico Deutsch Opera di Berlino
Sophie De Lint Direttore della progr. artistica del Teatro dell’Opera di Zurigo
Boris Ignatov Responsabile casting Teatro Real di Madrid
Plamen Kartaloff Sovrintendente Teatro di Stato di Sofia
Fortunato Ortombina       Direttore artistico Teatro La Fenice di Venezia
Paolo Gavazzeni Direttore artistico Fondazione Arena di Verona
Gianni Tangucci Direttore artistico Fondazione Pergolesi Spontini Jesi
Renate Kupfer Consulente casting
Sabino Lenoci Direttore rivista “L’Opera”
Direzione artistica: Federico Faggion

Coordinamento generale: Circolo della lirica di Padova

INFO
Circolo della Lirica di Padova, tel. +39 346 8856322
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Comune di Padova – Settore Attività Culturali
Tel. +39 049 820 5611 - 5623 – 5619  fax +39 049 820 5605

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ;
http://padovacultura.padovanet.it/corradetti

Tutte le info nel box a lato
 
Il Circolo della Lirica alla Fenice per Elisir con Desirè Rancator e Celso Albelo
Nuova uscita dei soci del Circolo  alla Fenice, domenica 8 luglio, per assistere dalla primissime file della platea alla rappresentazione di Elisir d'amore di Gaetano Donizetti. Cast di giovani interpreti tra cui spicca il nome del soprano Desirè Rancatore, ormai prima donna nel panorama lirico, nei panni di Adina. "...la palermitana Desirée Rancatore, ha sfoggiato, fin dalla sua aria d’esordio, una voce uniforme dal timbro cristallino, sfavillante nelle note acute e sopracute e nei pezzi di bravura di cui è costellata la sua parte, a delineare il tipico personaggio della ragazza graziosa quanto scaltra e civettuola, ma sotto sotto animata da buoni sentimenti, che alla fine trionfano. Eloquente nella lettura della novella di Tristano e Isotta, svettante su tutti nel ritornello “Ne sapessi la ricetta”, piena di verve in “Per guarir di tal pazzia” (tenendo a bada l’invadente Nemorino armata di un ombrello), dolce e suadente in “Lo compatite, egli è un ragazzo”; ancora in bella evidenza, intonando mirabolanti trilli, nel Finale I; pirotecnica ma sempre con stile nel Finale II, suscitando l’entusiasmo del pubblico..." (Roberto Campanella , GBOpera).
Struggente interpretazione de "Una furtiva lacrima" del tenore spagnolo Celso Albelo, che con "fraseggio ben scandito, l’assenza del falsetto, l’assoluto controllo della voce, la facilità nell’affrontare gli acuti e i passaggi di coloratura hanno contrassegnato un’interpretazione appassionata e trepidante, senza le (solite!) sdolcinature, bensì virile e, per così dire, attuale.(Roberto Campanella , GBOpera).
Non a caso il pubblico ha fragorosamente richiesto il bis...
Ritorna l'apprezzata regia di Bepi Morassi, (abbiamo assistito già alla sue produzione per La Fenice di Il Barbiere di Siviglia e dell'Inganno Felice), con scene e costumi di Gian Maurizio Fercioni,  per un'edizione tradizionale  ma con un'impronta di gradevole freschezza e la direzione di Omer Meir Wellber, il giovane direttore israeliano  di casa nel teatro veneziano, che ha  diretto la “leggera” vicenda con un delicato lirismo.
Il connnubio La Fenice e il Circolo si conferma un consolidato soldalizio, che vede  la presenza sempre più numerosa dei nostri soci, oltre agli amici del Club "I due Foscari" di Badia, che hanno apprezzato lo spettacolo unendosi entusiaticamente al calorosissimo saluto del pubblico, calato il sipario, a chiusura di un evento da ricordare, mentre sfilavano sul palcoscenico gli interpreti e dei responsabili dell'allestimento.

Elisir d'amore - La Fenice - Domenica 8 luglio 2012

 
La Traviata... cronaca di un pomeriggio d'estate
Neanche il caldo torrido ha fermato il Circolo della Lirica! di Nicoletta Scalzotto

Irene Patta e Dario Magnabosco
Domenica 1 luglio 2012, ore 18, un’aria tropicale ed afosa permeava la giornata... che si prospettava alquanto difficile per gli organizzatori dell’evento ma la tenacia ha infuso la forza per perseguire un’ idea che comunque era desiderio di tutti risultasse impeccabile nella sua realizzazione.
La Traviata, consacrata come uno dei capolavori verdiani è l’opera lirica tra le più amate dal pubblico; un Mito, una figura immortale di donna che ha attraversato indenne tutte le forme d’arte… la letteratura, la musica, il

cinema, la pittura e fin’anche la televisione. Dunque, questo allestimento rappresentava una vera e propria sfida!
Ogni interprete è stato straordinario e all’altezza del compito: Irene Patta (Violetta), Dario Magnabosco (Alfredo), Maurizio Leoni (Germont) e Silvia Celadin (Annina), tutti al debutto in quest'opera, hanno dimostrato professionalità, grande presenza scenica e attenta preparazione vocale così come sono risultate curata e puntuale la regia di Mario Piotto e la supervisione del M° Enrico Rinaldo, docente di canto presso il Conservatorio di Castelfranco Veneto.
In particolare il soprano Irene Patta, in possesso di una sapiente tecnica interpretativa e gusto musicale, ha saputo incarnare con successo l’arduo ed intenso ruolo di Violetta;  Dario Magnabosco, dal timbro squillante, è stato un appassionato Alfredo;  Maurizio Leoni, sin dalla prima uscita del secondo atto nella suggestiva cornice del giardino di Palazzo Zacco Armeni, ha tratteggiato il vecchio Germond con maturità vocale e vincente presenza scenica; al giovane soprano Silvia Celadin, anche scenicamente perfetta nel secondario ruolo di Annina, vanno i nostri auguri per un futuro ricco di successi. Di forte tempra la pianista Cristina Ciravolo  che ha accompagnato al pianoforte l'intera opera  sostenendo vigorosamente i cantanti, nonché al direttore d'orchestra Stefano Romani che ci ha generosamente prestato la consulenza per la parte musicale.
Un plauso va a Silvia Piacentini, la voce narrante fuori campo, che ha “disegnato” intorno ai protagonisti in scena, i fatti e le vicende del melodramma.
E' stata una Traviata intensa, ricca nei dettagli, partecipata dal pubblico ammaliato, come sempre, dalle tragiche vicende  e dalle immortali pagine di Verdi!
Ci sembra doveroso ringraziare tutto il Direttivo per la collaborazione prestata ma in particolare Simonetta Flauto Valveri, che ha curato con garbo e pertinenza i particolari dei costumi e della scenografia nonché il nostro Direttore Artistico, il M° Salvatore Margarone che ha seguito con vera passione l’intera produzione. Un grazie di cuore al Col. Carlo Libanori, direttore del Circolo Unificato dell'Esercito, sempre attento e disponibile alle nostre proposte artistiche che ha saputo mettere a nostra disposizione  tutto Palazzo Zacco confermandosi prezioso collaboratore anche in realizzazioni così complesse.
Ultimo, ma non meno importante, un Grazie maiuscolo all’affezionato pubblico che ha gremito il Circolo… nonostante Caronte infuriasse,  confermando, ancora una volta, il gradimento delle nostre programmazioni.

... e alla fine la cena con gli Azzurri...che abbiamo comunque amato :-)
 
La traviata - domenica 1 luglio, ore 18

Locandina La traviatadi Paolo Lerro

Nuovo appuntamento musicale per domenica 1 luglio nel Salone di Rappresentanza del Circolo Unificato dell'Esercito, a  Palazzo Zacco in Prato della Valle.

Chi aveva pensato che il Galà sotto le stelle del 10 giugno fosse il saluto del  Circolo della Lirica di Padova ai suoi Soci ed Amici prima della pausa estiva, sicuramente non aveva fatto i conti con le capacità, l’inventiva e la passione del nuovo Direttivo. Infatti, il considerevole programma di iniziative e proposte per l’anno 2012/13, di prossima divulgazione, prevede domenica 1° luglio, ore 18.00, un’altra particolare serata musicale ad ingresso libero. Grazie alle pregevoli qualità organizzative dell’amico Salvo Margarone, pianista e nuovo direttore artistico, e alla disponibilità e collaborazione del Conservatorio di Castelfranco, il nostro Sodalizio è orgoglioso di presentare lo spettacolo in formasemiscenica de La Traviata. Le famose melodie del capolavoro verdiano aleggeranno nei locali e nel giardino di Palazzo Zacco Armeni, sede del Circolo Unificato dell’Esercito e una voce recitante narrerà le vicende di Violetta ed Alfredo a mo’ di trait d’union tra le più belle ed immortali pagine musicali. Il soprano Irene Patta sarà la protagonista della serata in compagnia di Alfredo,interpretato da Dario Magnabosco, e Maurizio Leoni, papà Germont. Al pianoforte, Cristina Ceravolo mentre la narrazione è affidata alla voce di Silvia Piacentini. Realizzazione a cura del M° Enrico Rinaldo, docente di canto del Conservatorio di Castelfranco, Mario Piotti curerà la regia della serata. La fatica per il notevole impegno da parte degli aventi causa certamente sarà mitigata dalla presenza del pubblico che, siamo certi, interverrà numeroso come giusto riconoscimento per chi si adopera a divulgare la grande passione per la lirica.

INGRESSO LIBERO - E’ gradita la prenotazione ai numeri: 349 8026146 - 346 8856322

 
10 giugno - Galà sotto le stelle ...da Pergolesi a Strauss

Alberto Gallo, baritono e Tatiana Agujar, soprano

di Salvatore Margarone

Con grande affluenza di pubblico, si è svolto il nostro appuntamento annuale per la conclusione della stagione invernale del Circolo della Lirica.

Purtroppo, anche quest'anno, non abbiamo potuto svolgere il galà all'aperto come avevamo previsto, ma grazie alla ormai consolidata collaborazione con il Circolo Unificato dell'Esercito, in particolare con comandate il Coll. Carlo Libanori, che ci ospita abbiamo avuto a nostra disposizione, come di consuetudine,  le eleganti sale del palazzo Zacco Armeni che si affaccia sul suggestivo  Prato della Valle di Padova. Applauditissimi gli artisti Tatiana Auguilar, soprano e Alberto Gallo, baritono, accompagnati al pianoforte da Alberto Boischio, che hanno allietato la serata con un frizzante concerto, anche scenico, di arie e duetti buffi da opere di Pergolesi, Rossini, Donizetti, ma anche con brani particolarmente arditi di Bernstain. Simpaticissima idea di Tatiana, di far presentare il concerto ad Alberto Boischio, che oltre ad accompagnare al pianoforte, ha introdotto le varie arie contestualizzando, anche in maniera ironica, la scena; ma non solo, ha pensato anche a "costruire" i costumi di scena che tutti abbiamo apprezzato per l'originalità e la freschezza con cui sono stati proposti. Questo appuntamento di giugno segna anche un importante momento per il circolo e i suoi soci, come ha sottolineato la nostra Presidente Nicoletta Scalzotto, in quanto, per l'occasione sono stati presentati e festeggiati i numerosi nuovi tesserati che nell'ultimo anno sociale si sono iscritti e hanno condiviso con tutti noi le avventure "musicali", e sono  state illustrate alcune anticipazioni sulla prossima stagione concertistica progammata per il 2012-2013. In allegria abbiamo concluso questa splendida serata, condita anche con un raffinato buffet di dolci, salutandoci con un graffiante ed ammaliante Miau del Duetto dei Gatti di Rossini.

 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Succ. > Fine >>

Pagina 19 di 26

Contatti

APS
CIRCOLO DELLA LIRICA
COME ASSOCIARSI
Presidente
Nicoletta Scalzotto
335 6303408
Vicepresidente
Simonetta Flaùto
349 8026146
Direttore Artistico
Marco Bellussi

Facebook

AUDIZIONI 2020

Padova 2020
Iscriviti qui/Apply

Regulation EN
Bando IT
ufficiostampa@
circolodellalirica.it
+39 320 057 8485
+39 335 630 3408

X MASTERCLASS 2020 Direzione artstica N. Simoni

canto lirico e arte scenica
per cantanti, registi
pianisti accompagnatori
Bando It Masterclass 2020
Bando En Masterclass 2020
modulo iscrizione/
apply
concerti PREMIO
borse di studio/
scholarship
ufficiostampa@circolodellalirica.it
+39 320 057 8485

Accademia canto 2020 - Direzione artstica N. Simoni

MARZO/GIUGNO 2020
docenti/teachers

Bandi:
Academy for singers
BANDO/application form EN
BANDO/scheda iscriz. IT
Info+39 3200578485
artes.padova@gmail.com

Brani lirici

Ascolta Brani lirici tratti dalla discoteca privata del Circolo della Lirica di Padova play

1 (109) Palcoscenico (912 x 684) 12 ottobre 2012 Concerto F. Dotto _Cristian Saitta (6) 1_Concerto_amicizia_23_11_2012 (17) 1 (81) 6 Puccini racconta le sue dive _ 26_11_2013 (42) 20 ottobre 2013 Festa del trentennale (22) Image00019 Padoan Scalzotto Gasdia Bello  Frittoli

chi è on line

 65 visitatori online

Cerca


www.yoursite.com
Circolo della lirica