Artisti al Teatro Verdi

Biografie di artisti

 

Prossime iniziative

Iniziate ed eventi

 

Sostieni la lirica

Sostieni la Lirica

Home
19 marzo 2013 - Premio alla carriera a Desirée Rancatore

MARTEDI 19 MARZO - ore 18.45 Galà lirico e cena presso Villa Italia (Pd)
PREMIO ALLA CARRIERA con la partecipazione straordinaria del soprano DESIREE RANCATORE, a cui sarà assegnato il premio, e del M° MARCO SCOLASTRA.
Ospite d’onore il tenore MAURIZIO SALTARIN.
Altri interpreti: Alberto Gallo e Luca Brajnik, baritoni, Ludovico Degli Innocenti flautista
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA, posti limitati - Info: 349 8026 146 - 335 6303408
L’evento è stato organizzato con il contributo del nostro sponsor Andrea Ancarani, promotore finanziario  della Banca Mediolanum, che avremo modo di conoscere nel corso della serata.
Il soprano Desirée Rancatore è stata per la seconda volta protagonista del Concerto di Capodanno della Fenice di Venezia, trasmesso in Eurovisione, seguito da 4 milioni 381 mila telespettatori. Nel 2013, anno verdiano, interpreterà il personaggio di Gilda in Rigoletto di cui è riconosciuta come una delle migliori interpreti in teatri come il Massimo di Palermo, il San Carlo di Napoli, e il Liceu di Barcellona.
 
Accademia Città di Monselice : Corso di Perfezionamento in Canto Lirico

Corso di Perfezionamento in Canto Lirico  Febbraio - Giugno 2013L’associazione Artes nasce in Toscana nel Febbraio del 2008 con l’intento di promuovere la cultura musicale in Italia attraverso l’organizzazione di concerti e di masterclass; nel 2012 viene fondata la delegazione “Artes Padova” diretta dal M°Nicola Simoni. “L’accademia di canto Città di Monselice” si configura come il proseguimento della masterclass di canto lirico scenico espressivo tenuta dai maestri S.Vizioli e A.Althoff che si è svolta a Monselice nel settembre 2012. Il progetto è promosso dal Comune di Monselice, dal Coro Città di Monselice e dal Circolo della Lirica di Padova (ente che dal 1983 promuove la passione per il canto lirico nella propria città e che vanta di una tradizione musicale rappresentata dal Teatro Verdi).
Lingua del corso: Italiano-Inglese- Francese- Tedescco
Scarica:BANDO e  SCHEDA_ISCRIZIONE
SEDE: Complesso Monumentale SanPaolo - Monselice (PD)
Alloggio gratuito per i primi 4 Iscritti al Corso Annuale
Scadenza Iscrizioni: 8 febbraio 2013
Leggi tutto...
 
Domenica 20 gennaio 2012 "Il Salotto musicale: arie celebri del repertorio lirico e concertistico"

 
Concerto degli auguri Sabato 22 dicembre

 


Ai soci e agli amici giungano gli auguri più cari di un sereno Natale e un anno ricco di tutto ciò che è nelle aspettative di ognuno di noi!

e per questa occasione, abbiamo il piacere di invitarvi al nostro evento speciale ....

 
GRAN CONCERTO D'OPERA INTERNAZIONALE, 23 novembre 2012

GRAN CONCERTO D'OPERA INTERNAZIONALE - Festa dell'Amicizia

Il Circolo della lirica di Padova festeggia gli "Amici del bel canto” di Vienna e l'associazione “Beniamino Gigli” di Helsinki
presso Villa Italia,via Fraccalanza, Padova

Interpreti
Petteri LEHIKOINEN,   baritono - Finlandia; Michael TANZLER, presidente ass. "Amici del bel canto" di Vienna; Liisa Pimiä, pianista - Finlandia; Danilo RIGOSA, basso - Italia; Raul ILIARTE,  tenore - Argentina; Silvia Bellani, pianista- Italia; Luisa ALBRECHTOVA, soprano  - Republica Cecha



 
Un concerto inusuale

di Salvatore Margarone, direttore artistico - Sabato 17 Novembre, nel Salone di Palazzo Zacco Armeni di Padova, siamo stati catapultati in una atmosfera “d'altri tempi” con il Concerto barocco per clavicembalo e voce. Qualche assenza tra i nostri soci, forse un po’ perplessi per il programma proposto... in realtà la serata si è rivelata ricca di sorprese e curiosità, grazie anche alla maestria del M° Roberto Loreggian, clavicembalista padovano, che ha illustrato e spiegato, al pubblico numeroso e attentissimo, caratteristiche e curiosità su questo strumento, sulla sua storia e sul repertorio barocco. In duo, con il mezzosoprano Elena Biscuola, di eclettica ed elegantissima vocalità, Loreggian ci ha accompagnato in un escursus filologico-temporale non indifferente, abbracciando due secoli di storia della musica, tra '600 e  '700,  interpretando con grande musicalità questo difficile repertorio con pagine musicali di noti compositori, da Caccini, Frescobaldi, Monteverdi, Vivaldi per arrivare a Bach ed Haendel.

Leggi tutto...
 
Sabato 17 novembre ore 16.00 CONCERTO BAROCCO per clavicembalo e voce


 
21 ottobre 2012 dal XXVI Concorso Corradetti al Concerto lirico del Circolo: i nostri vincitori

[di Paolo Lerro] Finalmente, dopo un anno di assenza, è ritornato al Verdi il Concorso IRIS ADAMI CORRADETTI giunto alla 26^ edizione. E’ ormai cosa nota quanto travaglio sia costato, ma tralasciamo le polemiche e le dietrologie che hanno accompagnato questa ripresa, tanto voluta e desiderata dai più (melomani) e forse non del tutto capita e gradita dai meno (chi gestisce le risorse) e rivolgiamo un sentito ringraziamento a quanti, Circolo della Lirica di Padova in primis, hanno compiuto ogni sforzo al fine di riportare un evento di respiro internazionale che non può che dare lustro alla città di Padova. L’edizione 2012 ha avuto un centinaio di iscritti rappresentati da giovani promesse di varia nazionalità con provenienza europea, asiatica ed americana. Molti gli italiani. Come di consueto, il Direttore Artistico ha voluto una prestigiosa commissione presieduta dal celebre soprano patavino Mara Zampieri e ha affidato la conduzione della serata finale al bravissimo, simpaticissimo Maestro e attore Alberto Terrani. Anche per quest’anno nessun baritono è riuscito a guadagnare la finale ma, in compenso, a cinque soprani sono stati affiancati un mezzosoprano, due tenori e un basso. I nove bravi ed emozionati finalisti sono stati accompagnati dall’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta diretta dall’attento Maestro Francesco Rosa.
Leggi tutto...
 
Prossimi appuntamenti aperti a tutti
  • Sabato 17 novembre ore 16.00

CONCERTO BAROCCO per clavicembalo e voce

Elena Biscuola    mezzosoprano e  Roberto Loreggian  al clavicembalo

Palazzo Zacco  Armeni - Circolo Unificato dell’Esercito - Prato della Valle, 82 – Padova

  • Venerdì 23 Novembre 2012 , ore 19.00

GRAN CONCERTO D'OPERA - Incontro conviviale:  Concerto e Cena

con “Gli amici del bel canto” di Vienna  e Associazione “Beniamino Gigli” di Helsinki

presso Villa Italia (di fronte a Ikea) -Via Fraccalanza, Padova - (prenotazione obbligatoria)

  • Sabato  22 Dicembre 2012, ore 16.00

CONCERTO DEGLI AUGURI

Irene Patta  - soprano,  Matteo Mezzaro, tenore e Claudio Cirelli - pianoforte

Palazzo Zacco  Armeni - Circolo Unificato dell’Esercito -Prato della Valle, 82 - Padova

  • Domenica 20 Gennaio  2013, ore 16.00

CONCERTO LIRICO

Palazzo Zacco  Armeni - Circolo Unificato dell’Esercito - Prato della Valle, 82 – Padova

 
E' possibile rendere più attrattiva l'Opera Lirica?

di Nicoletta Scalzotto

Da anni gli addetti ai lavori discutono su pagine specializzate, nei palinsesti  televisivi con opinionisti esperti o dell’ultima ora, della situazione di crisi che ha investito le Fondazioni Lirico-Sinfoniche e i teatri d’Opera. Vari i fronti del dibattito e anche di scontro: da un lato le proteste per i tagli ai finanziamenti, la politica di rigore, la spending review…; dall’altro il dito puntato sui bilanci fallimentari delle Fondazioni, sulle gestioni troppo personalistiche o sugli incarichi di carattere esclusivamente politico; infine, la sconsolante realtà del pubblico che scarseggia, che “non c’è ricambio di pubblico”, che “le nuove generazioni non sono interessate alla lirica” … 
Su questa ultima battuta puntiamo la nostra riflessione.
Perché le giovani generazioni che affollano, con presenze numericamente impressionanti, eventi/ spettacoli anche di forte spessore culturale e impatto emozionale, restano così lontani da questa forma d’Arte?  Perché sono così “sorde” al linguaggio dell’Opera che racconta e mette in scena le emozioni universali  dell’animo, capaci di suscitare tristezza, felicità, romanticismo, malinconia, stupore... nonché divertimento e ironia?
Considerando il forte aumento degli iscritti registrato negli ultimi anni nelle scuole ad indirizzo musicale e nei Conservatori e il proliferare di formazioni amatoriali strumentali e coreutiche nelle città e nei piccoli centri di periferia,  non è certo l’incapacità di “sentire” con il cuore o di capire la musica di qualità che giustifica la “lontananza”. L'Opera usa un linguaggio musicale elementare certamente più semplice di certa musica familiare ai ragazzi, consumatori di linguaggi comunicativi ben più evoluti e complessi.
Allora l’attenzione si sposta sulla modalità propositiva e di fruizione dell’Opera lirica che, evidentemente, non è accattivante e manca di quella forza  comunicativa atta a suscitare interesse: la proposta risulta, anzi, repulsiva per i giovani.
Il Comitato per le celebrazioni verdiane ha svolto recentemente un’indagine in tal senso e conferma questa considerazione: è risultato che le ragioni di tale distanza non sono la “lontananza nel tempo” o la “difficoltà di linguaggio” dell’Opera in sé. I giovani  affermano che «… anche oggi si scrivono opere… e si apprezzano lavori letterari o artistici del passato...» ma manca un autentico approccio conoscitivo scevro da pregiudizi sia del genere quanto della cultura del teatro. In effetti, andare a teatro non è una consuetudine culturale, non è un momento riconosciuto come ‘rituale’ e collettivo, educativo o politico nel senso proprio del termine, bensì qualcosa di straordinario, proprio della vita intellettuale o legato a uno status sociale, economico, culturale “distante” per strumenti conoscitivi e per preconcetti socio-culturali. L’Opera  è dunque disertata dal grande pubblico e dai giovani, salvo poi riscuotere grande consenso quando è assaggiata in contesti estemporanei, vedi la notorietà  di singoli cantanti d’opera portati alla ribalta dai media, o l’uso di arie d’opera negli spot pubblicitari grazie ai quali tutti, anche i più giovani, conoscono almeno un’aria composta dai grandi compositori ma senza saperne riconoscere il contesto.
E dunque, come rendere attraente l’Opera nella sua autenticità?
Partiamo come sempre dalla scuola in cui la musica da tempo, per scelta dei nostri legislatori, è diventata una cenerentola senza alcuna scarpetta all’orizzonte. Una prospettiva potrebbe consistere nella realizzazione di laboratori dove gli allievi possano suonare, danzare, cantare, recitare, drammatizzare, redigere copioni, anche con il supporto dei nuovi media, ormai prolungamenti  tecnologici naturali dei ragazzi; nel facilitare incontri con attori, registi, musicisti, cantanti, scenografi, coreografi e addetti ai lavori anche in spazi teatrali, per scoprire la vita dietro le quinte e toccare il teatro dal vivo; infine nell’assistere allo spettacolo per vivere le storie semplicissime e avvincenti che l’Opera propone con i racconti di vita quotidiana, le trame elementari che parlano d’amore, di guerra, di destino, di tradimento, di vendetta, d’amicizia e di lealtà ma pur d’equivoco e di beffa come avviene nei film o nei programmi  televisivi,  ma sicuramente più emozionanti per l’intreccio di parola poetica e musica. Questa è la cifra dell’Opera, una cifra che è sinonimo di immediatezza perché l’Opera è nata per il popolo, per la gente.
In tempi recenti invece si è allontanata dalla gente, trasformata in genere elitario: l’eccessiva attualizzazione di regie contemporanee, definite spesso visionarie, fino allo stravolgimento di trame, personaggi e finali si sono rivelati un boomerang negativo, che non ha reso un buon servigio a quest’Arte. A ciò si aggiunge l’eccessivo prezzo del biglietto e a volte l’obbligo di particolare abbigliamento.
Andare a teatro, invece, deve diventare facile, deve essere economico, deve essere portato anche fuori dai “luoghi sacri” preservandone la qualità, nelle piazze o nei piccoli centri.
L’Opera è un tratto distintivo della nostra storia culturale che non deve dirigersi verso la museificazione, ma essere ricondotto alla propria genesi per tornare ad essere un’Arte per tutti.

 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Succ. > Fine >>

Pagina 18 di 26

Contatti

APS
CIRCOLO DELLA LIRICA
COME ASSOCIARSI
Presidente
Nicoletta Scalzotto
335 6303408
Vicepresidente
Simonetta Flaùto
349 8026146
Direttore Artistico
Marco Bellussi

Facebook

AUDIZIONI 2020

Padova 2020
Iscriviti qui/Apply

Regulation EN
Bando IT
ufficiostampa@
circolodellalirica.it
+39 320 057 8485
+39 335 630 3408

X MASTERCLASS 2020 Direzione artstica N. Simoni

canto lirico e arte scenica
per cantanti, registi
pianisti accompagnatori
Bando It Masterclass 2020
Bando En Masterclass 2020
modulo iscrizione/
apply
concerti PREMIO
borse di studio/
scholarship
ufficiostampa@circolodellalirica.it
+39 320 057 8485

Accademia canto 2020 - Direzione artstica N. Simoni

MARZO/GIUGNO 2020
docenti/teachers

Bandi:
Academy for singers
BANDO/application form EN
BANDO/scheda iscriz. IT
Info+39 3200578485
artes.padova@gmail.com

Brani lirici

Ascolta Brani lirici tratti dalla discoteca privata del Circolo della Lirica di Padova play

La Serva Padrona_9_07_2014   (73) 15_marzo_2014_Sartorato_Corazza (15) Galà lirico 8 maggio - Tributo a Cralos Tieppo (21) 13 Premio G. Danieletto 4 Novembre  (16) 1 (68) 1 (86) 1 (7) 02 a_Flauto magico 15_02_2015 (39.0)

chi è on line

 58 visitatori online

Cerca


www.yoursite.com
Circolo della lirica