Artisti al Teatro Verdi

Biografie di artisti

 

Prossime iniziative

Iniziate ed eventi

 

Sostieni la lirica

Sostieni la Lirica

Home
Audizioni per la stagione 2013/2014 e III Masterclass internazionale di canto lirico scenico espressivo per cantanti, registi e pianisti accompagnatori

 
8 giugno: in scena "Cavalleria Rusticana" - tra teatro e melodramma

(di P. Lerro) - Sabato 8 giugno, al teatro Polivalente Don Bosco, il Circolo della Lirica di Padova ha presentato lo spettacolo intitolato “Quadri da Cavalleria Rusticana”. Artefici di questo felice connubio tra teatro e melodramma sono stati il Gruppo teatrale Il Canovaccio ed il Classic Art Ensamble rispettivamente diretti dai Maestri Antonello Pagotto e Franco Moro. Avendolo già visto presso il Bastione Alicorno qualche anno fa, e serbandone un positivo ricordo, ho pensato di proporlo al Direttivo come ultimo concerto della stagione 2012/2013, in linea con la scelta intrapresa di proporre spettacoli non sempre fedeli alla tradizione. Prendendo a prestito le parole di Pagotto, è verissimo che “il teatro è magia e la combinazione fra teatro e melodramma di questo allestimento, altro non poteva essere se non una loro paziente e delicata amalgama da cui ricavare il filtro magico della trasposizione scenica”. La fedeltà di MASCAGNI al testo e all’andamento scenico del dramma di VERGA, ha facilitato questa magica operazione ma un plauso va certamente agli ideatori di questo progetto che hanno saputo amalgamare suono, canto e recitazione con fluidità, pathos ed assenza di cedimenti narrativi, affidando l’accompagnamento musicale ad un trio composto da pianoforte, violino e violoncello. Un unicum che ha visto sul palcoscenico, per una durata di circa 80’, tre attori e tre cantanti interpretare rispettivamente i protagonisti (Turiddu, Santuzza e Alfio) della tragedia e dell’opera lirica interagendo con gli altri due personaggi/attori femminili del VERGA, Gna’Nunzia (la Mamma Lucia mascagnana) e Gna’Lola. Preziosa ed indovinata la combinazione dei tre strumenti che ha saputo creare, specialmente nelle famosissime note dell’introduzione e dell’intermezzo, la giusta atmosfera. Complessivamente lo spettacolo mi è parso di buon livello anche se è doveroso accennare un distinguo tra le due forme teatrali rappresentate. Non intendo stilare classifiche di merito ma ritengo che il “teatro” ha indubbiamente offerto una prestazione più omogenea e qualificata rispetto al “melodramma”. La recitazione è risultata convincente e ben misurata, con pause e ritmo giusti, nonché ricca di chiaroscuri e di “palpabile” pathos, artefici di un’appropriata atmosfera di tragedia, dove ognuno ha dato il meglio sè. Tra tutti i bravissimi attori, sapientemente diretti dall’attento e scrupoloso Pagotto (anche nei panni di un più che convincente  Alfio), emerge una pregevole Graziella Ciampa (indovinata interprete di Santuzza) che in diverse occasioni ha saputo coinvolgere emotivamente l’attento pubblico. Non di pari livello è risultato il complesso musicale che, in qualche occasione, è apparso privo del necessario rigore stilistico, mentre Turiddu e Santuzza, rispettivamente cantati da Stefano Rigon e Cecilia Tartaro, sono parsi piuttosto in affanno e l’Alfio del generoso Maurizio Franceschetti, decisamente fuori corda. Avevo ben altro ricordo positivo di queste voci e specialmente del bellissimo e squillante timbro di Rigon che ritenevo il “pezzo forte” della serata. Purtroppo una fastidiosa indisposizione ha tradito entrambi (più lui, certamente!). La sala Polivalente Don Bosco ha ospitato un discreto numero di spettatori che ha omaggiato doverosamente gli Artisti con lunghi applausi. A seguire, un piccolo buffet di commiato ha ringraziato gli Artisti e salutato i nostri Soci con un arrivederci a settembre.

Note - (n.d.r) Cavalleria rusticana è un’opera in un unico atto di Pietro Mascagni, andata in scena per la prima volta, con enorme successo, nel 1890 al Teatro Costanzi di Roma, tratta dalla novella omonima di Giovanni Verga. La rilettura del capolavoro musicale è stata ideata e curata dal maestro Franco Moro, pianista e direttore d’orchestra, e dal soprano Cecilia Tartaro. L’intreccio narrativo e musicale che si sviluppa tra melodramma e prosa, ha come sfondo un paesino della Sicilia di fine Ottocento e racconta una schietta vicenda di passione, gelosia e tradimento, conclusa da un delitto d’onore. Mascagni associò alla novella più popolare e più rappresentata del Verga una musica altrettanto spontanea che rappresenta nel modo più immediato e diretto possibile i sentimenti che spingono tutti i personaggi coinvolti al tragico finale. Le melodie che scorrono fluide come quelle delle canzoni popolari, armonie semplici e avvolgenti, si fondono con il canto e la parola parlata così da toccare il livello massimo di verità rappresentativa.

Esecuzione musicale: Classic Art Ensemble - Cast: Cecilia Tartaro,soprano - Maurizio Franceschetti, bass-bariton - Stefano Rigon, tenore.
Lo spettacolo è inserito in RetEventi Cultura 2013 della Provincia di Padova - In scena gli attori del gruppo “Il Canovaccio” diretto Antonello Pagotto, regista. Attori:Diego De Francesco, Graziella Ciampa, Antonello Pagotto, Anna Moro.
Patrocinio Regione del Veneto e Provincia di Padova - ReteEventi
 
Paolo Padoan presenta "Rosanna Carteri - Il fascino di una voce"

Padoan_Scalzotto_Cirelli_Cucca_Sartini

Dopo la presentazione ufficiale, avvenuta nel tardo pomeriggio del 21 marzo 2013 presso il Teatro Principessa Grace nel Centro di Incontri internazionali di Montecarlo, nel Principato di Monaco, e quella italiana nelle Sale Apollinee del Teatro La Fenice di Venezia il successivo 2 maggio, l’ultimo libro di Paolo Padoan dal titolo: “Rosanna Carteri – il fascino di una voce” (Ed. Marsilio, 2013, pp. 304, € 23,00) è stato illustrato dallo stesso autore nel pomeriggio di domenica 19 maggio nel sontuoso salone del Circolo Unificato dell’Esercito per i numerosi iscritti al Circolo della Lirica di Padova. A fare da contorno all’ospite un pregevole concerto tenuto dal soprano Monica Cucca, dal tenore Matteo Sartini e dal pianista accompagnatore Claudio Cirelli che hanno proposto arie e duetti tratti dalle opere di Giuseppe Verdi. Preceduto da una breve introduzione della presidente del Circolo prof.ssa Nicoletta Scalzotto, il prof. Padoan ha intercalato l’illustrazione delle fasi salienti della vita artistica e privata della celebre artista con l’ascolto di arie d’opera da lei interpretate. Ha ricordato i tanti successi colti dall’illustre cantante veronese, ma padovana di adozione, alla Scala di Milano, nel Teatro Comunale di Firenze, La Fenice di Venezia, Il Regio di Parma e il Teatro San Carlo di Napoli, nonché quelli esteri ottenuti all’Opéra di Parigi, agli Champs Elysée, al Covent Garden di Londra (qui alla presenza della Regina Madre) e poi a Chicago, San Francisco, Bilbao, Siviglia, Nizza ecc. Veronese di nascita, ma padovana di adozione, dopo aver vinto un Concorso lirico indetto dalla Rai, Rosanna Carteri ha esordito nel 1949 a soli 18 anni, nel ruolo di Elsa del Lohengrin alle Terme di Caracalla, rivelandosi subito uno dei giovani soprani più apprezzati.
Leggi tutto...
 
Gala Lirico " SEMPRE VERDI" Domenica 19 maggio ore 16.00

Nuovo appuntamento impedibile con la Grande Musica domenica 19 maggio, ore 16.00, Palazzo Zacco Armeni, in Prato della Valle, 82, con il Circolo della Lirica di Padova che presenta il Galà verdiano “ VIVA VERDI, in occasione del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi.

In  programma, arie  e duetti dalle opere più belle e conosciute del compositore bussetano, interpretati da solisti d’eccezione: Monica Cucca, soprano, Matteo Sartini, tenore, e Claudio Cirelli al pianoforte .
Nell'intervallo, il musicologo Paolo Padoan presenta la sua ultima pubblicazione  "Rosanna Carteri - Il fascino di una voce " Ed. Marsilio.
Monica Cucca è  soprano lirico spinto dotata di voce drammatica, particolarmente adatta al repertorio verdiani: è stata Aida,  Leonora  ( Il Trovatore),  Amelia (Un Ballo in Maschera), Odabella ( Attila )…. Si è esibita in numerosi teatri nazionali, in concerti d’opera e concerti sacri. Nel 2013 è Aida a Bologna e debutta nel ruolo di Santuzza a Roma per la Titania Eventi al teatro 7 di Roma. Attualmente si perfeziona sotto la guida del M°Chiara Migliari, per la preparazione di ruoli verdiani e pucciniani  nelle quali la sua vocalità raggiunge la massima espressione.
Matteo Sartini, tenore, diplomato in pianoforte e canto, laureato in lettere, si perfeziona dapprima  in ruoli rossiniani a Osimo e successivamente al Mozarteum di Salisburgo.
Molti i concerti, operistici e di musica sacra, a cui ha partecipato in Italia. Ha appena concluso tre riprese del Requiem di Mozart a Bari e una produzione del Falstaff, come Fenton, dell’ALFA Musicorum Convivium diretto dal M.o Starinieri. In settembre debutterà Cavaradossi in Tosca e sarà ancora Pinkerton in Madama Butterfly,  presso il Teatro Piccinni di Bari. A dicembre debutterà il requiem di Verdi con l’Orchestra e il coro la “Bottega dell’armonia” Diretto da Bepi Speranza.
Claudio Cirelli, pianista, alla formazione solistica  affianca un’intensa attività cameristica. E’ professore d’orchestra nella produzione sinfonico- concertistica dell’ Orchestra Filarmonica Toscanini, al Regio di Parma. Nel 2001 vince l’ audizione per maestro collaboratore al Teatro Regio di Parma con cui avvia ininterrotta collaborazione che lo vede maestro collaboratore nel suddetto Teatro (Festival Verdi, Stagioni Liriche e tournèe internazionali (produzioni di Rigoletto a Pechino e al Royal Opera House di Muscat, Oman).

Leggi tutto...
 
Concerto di Primavera domenica 21 aprile

 

 

 
Galà lirico 19 marzo - Premio alla carriera Desirèe Rancatore

di Paolo Lerro

“A Desirée RANCATORE, soprano di coloratura dal pregevole virtuosismo, dalle personalissime e moderne interpretazioni, che fin dal giovanissimo debutto di Salisburgo si conferma eccellenza siciliana in campo internazionale, per bravura, eleganza e rare doti di semplicità, umanità e simpatia, il Circolo della Lirica di Padova assegna il Premio alla Carriera 2013 con l'augurio di una lunga e sempre più emozionante carriera ricca di successi”

Con questa motivazione, al termine di un interessante e graditissimo concerto presso Villa Italia, il 19 marzo scorso abbiamo festeggiato la brava, bella e famosa artista italiana. Ma procediamo con ordine.  
La Signora  RANCATORE, amica del Direttore artistico Salvo MARGARONE, quando è venuta a conoscenza del nostro intendimento, ha accettato con immensa gioia il graditissimo invito e prontamente si è resa disponibile a trascorrere una serata canora in nostra compagnia e ad accettare, onoratissima, l’ambito premio. Entusiasti, ci siamo messi subito all’opera (altrimenti … a che altro?) per organizzare al meglio questo esclusivo appuntamento.
E’ noto che le risorse del Circolo non sono tra le più favorevoli ma, grazie al nostro nuovo sponsor Andrea ANCARANI promotore finanziario della Banca Mediolanum, siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo.
La collaudata Villa Italia è stata la giusta location per ascoltare dell’eccellente musica e per, a seguire, restare a cena in festosa compagnia. Per strutturare al meglio il concerto, abbiamo affiancato alla gradita ospite due giovani promesse della lirica che con infinito piacere hanno cantato in suo onore. Infine, per la scelta del pianista,  non facile perché ogni cantante in carriera predilige esibirsi in concerto con un accompagnatore di fiducia, ci è venuto incontro un carissimo amico e bravissimo artista che ha offerto la sua disponibilità.
Leggi tutto...
 
24 marzo 2013 - CONCERTO SACRO - Stabat Mater

di Salvatore Margarone

Interpreti: Alessandra Raponi, soprano italo-francese
Maria Russo, giovane mezzosoprano novarese
Orchestra Giovanile della Saccisica diretta daNicola Simoni
Patrocinio Regione Veneto, Provincia di Padova e Consolato Onorario della Repubblica del Mali.

Un'esperienza intensa che ha emozionato il pubblico! Il tutto esaurito, nonostante il brutto tempo, nella Chiesa di Santa Croce, domenica sera 24 marzo 2013, per l'esecuzione dello Stabat Mater di G. B. Pergolesi, per due voci femminili e Orchestra. Per secoli la “preghiera collettiva” del compianto di Maria, che una tradizione di origine antica attribuisce al maestro della poesia religiosa tardo medievale, Jacopone da Todi, è rimasta legato al culto della Passione di Cristo, alla sofferenza della Mater dolorosa nelle celebrazioni della Settimana Santa. Proprio l’intensa suggestione che sprigionava  spiega come mai un grande numero di musicisti abbia voluto cimentarsi nella scrittura dell'antico canto: da Palestrina a Scarlatti, da Vivaldi al geniale Pergolesi all'inizio del Settecento, in età romantica Rossini, Liszt, Dvorák e Verdi. L’ascolto dell’opera proietta lo spettatore in un altra dimensione, in un mondo etereo ed impalpabile, rapito dalla costruzione armonica, a volte volutamente stridente, con magiche dissonanze. Splendidi gli interpreti protagonisti della nostra serata: orchestra e voci, angeliche e intense ad un tempo, impeccabili nello stile e nella maestria vocale. Il soprano Alessandra Raponi, reduce dal debutto a Caracalla sotto la direzione di Placido Domingo, ha regalato al pubblico emozioni intense per duttilità vocale, interpretazione e semplicità, doti che raramente si trovano tutte insieme in un cantante. Il mezzosoprano Maria Russo, di notevole spessore vocale per questo repertorio, ha saputo interpretare appieno lo spirito della composizione sacra. Di grande risalto le agilità vocali che distinguono la sua voce e la perfezione nell'esecuzione degli abbellimenti di cui lo Stabat è ricco. E' stata una serata vissuta tutta d'un fiato, per bellezza e raffinatezza, merito anche dell’apprezzatissimo M° Nicola Simoni, che con l'Orchestra Giovanile della Saccisica ha aperto il concerto con la Sinfonia n°29 di W. A. Mozart. Un grande onore per noi è stato la presenza di due ospiti di eccezione, il dott. Gianfranco Rondello, console del Mali, e il dott. Livio Pauletto, console di Corea, personalità di alto profilo che si spendono con passione per la difesa dei diritti umani dei paesi che rappresentano. La risposta massiccia del pubblico intervenuto e l’apprezzamento per l’iniziativa ci ha confermato che l’impegno quotidiano per la nostra associazione, dettato dall'amore per la Musica, si muove nella giusta direzione. Un ringraziamento sentito va a Don Moreno, parroco della Chiesa di S.  Croce, che ha messo a nostra completa disposizione gli spazi per le prove e la Chiesa tutta, nella speranza di poter collaborare in futuro per altre manifestazioni, così come ha auspicato la Presidente dott.ssa Nicoletta Scalzotto.
 
Premio alla carriera Desirèe Rancatore

Desirèe Rancatore

 

 

 

 

 

 

 

 

Salvatore Margarone, direttore artistico - Desirèe Rancatore, soprano - Nicoletta Scalzotto, presidente
Gli ospiti e gli artisti : M° Nicola Simoni - Stefano Romani, direttore artistico Teatro sociale Rovigo - Ludovico degli Innocenti, flautista - Simonetta Flauto Valveri, vicepresidente - Luca Brajnik, baritono - Desirèe Rancatore, soprano - Nicoletta Scalzotto, presidente - Alberto gallo, baritono - Maurizio Saltarin, tenore - M°Marco Scolastra, pianista

 
Sito della Provincia di Padova


 
Domenica 24 Marzo Concerto Sacro

 

 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Succ. > Fine >>

Pagina 17 di 26

Contatti

APS
CIRCOLO DELLA LIRICA
COME ASSOCIARSI
Presidente
Nicoletta Scalzotto
335 6303408
Vicepresidente
Simonetta Flaùto
349 8026146
Direttore Artistico
Marco Bellussi

Facebook

AUDIZIONI 2020

Padova 2020
Iscriviti qui/Apply

Regulation EN
Bando IT
ufficiostampa@
circolodellalirica.it
+39 320 057 8485
+39 335 630 3408

X MASTERCLASS 2020 Direzione artstica N. Simoni

canto lirico e arte scenica
per cantanti, registi
pianisti accompagnatori
Bando It Masterclass 2020
Bando En Masterclass 2020
modulo iscrizione/
apply
concerti PREMIO
borse di studio/
scholarship
ufficiostampa@circolodellalirica.it
+39 320 057 8485

Accademia canto 2020 - Direzione artstica N. Simoni

MARZO/GIUGNO 2020
docenti/teachers

Bandi:
Academy for singers
BANDO/application form EN
BANDO/scheda iscriz. IT
Info+39 3200578485
artes.padova@gmail.com

Brani lirici

Ascolta Brani lirici tratti dalla discoteca privata del Circolo della Lirica di Padova play

Nicoletta e Dino Nella testa ho un campanello_ 22_09_2014 (29) Concerto_amicizia 29 mi stuzzichi... mi pizzichi _ 19 gennaio 2014 (32) vienna_18_20_12_1 (120) 10_giugno_2012_1 (3) busseto 024 1 (38) Dalla romanza d'opera al FoxTrot italiano  (14) Stabat Mater 23 marzo 2013 (16)

chi è on line

 50 visitatori online

Cerca


www.yoursite.com
Circolo della lirica